Francia, trova la foto della gamba di suo padre sulle sigarette
Esteri

Francia, trova la foto della gamba di suo padre sulle sigarette

L'avvocato dell'uomo: "Il mio cliente si sente tradito,nel vedere la sua disabilità mostrata sui pacchetti di sigarette".

La vicenda risale al 2018, quando un uomo, in viaggio in Lussemburgo comprò un pacchetto di sigarette. Cosa c’è di strano? Sopra quel pacchetto era raffigurata una gamba (amputata) molto familiare. Si trattava infatti della gamba di suo padre che assolutamente non aveva dato il consenso per poterla utilizzare.

La ricostruzione della vicenda

In Lussemburgo, nel 2018, un uomo comprò un pacchetto di sigarette. Da ormai qualche anno in tutta l’Unione Europea è obbligatorio per le aziende produttrici avvisare i consumatori dei rischi che corrono. In questo caso, l’uomo ha trovato una gamba amputata con la scritta: ” Il fumo blocca le arterie”. L’arto però venne subito riconosciuto dall’uomo, in quanto si tratta della gamba di suo padre.

Una volta tornato a casa, a Metz in Francia, l’uomo mostrò la foto al padre confrontandola con la realtà: le cicatrici combaciavano e oltretutto non aveva mai dato il consenso perché una sua foto venisse utilizzata sui pacchetti di sigarette.

Infine l’amputazione dell’uomo non aveva nulla a che fare con il fumo: la gamba, gli era stata amputata dieci anni prima in Albania a seguito di un’aggressione.

Infine si è scoperto che la foto era stata scattata sei settimane prima del ritrovamento. Quando l’uomo si era recato in ospedale per la realizzazione di una protesi. La Commissione Europea si è giustificata dicendo che utilizza un database di immagini fornite su previo consenso.

Casi simili

Un caso simile è avvenuto anche nella nostra penisola. Un uomo, a Misano in Emilia-Romagna, ha trovato su un pacchetto di sigarette la foto di sua moglie ritratta pochi giorni prima della sua morte a causa di un tumore. L’uomo ha chiesto un risarcimento alla compagnia produttrice del tabacco per oltre 100 milioni di euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Bruto
Marco Bruto, nato a Milano l'11 novembre 1995, laureando in "Scienze Sociali per la globalizzazione". Ho effettuato un tirocinio presso TMS, gruppo specializzato nella gestione di testate giornalistiche. Completano il mio profilo una forte passione per il giornalismo, i viaggi, la cronaca e gli esteri.