×

Babysitter picchia il bimbo di 4 mesi: “Non sopportavo il pianto”

La giovane ha provato a nascondere la realtà, ma di fronte alle insistenze dei medici ha ceduto: è stata arrestata

babysitter picchia bimbo

Amy Gobben, esasperata dal pianto del bambino che stava curando ha deciso di picchiarlo in una maniera barbara, spaccandogli la spina dorsale. La 21enne della Florida stava lavorando a casa dei genitori di un bambino di 4 mesi mentre i genitori erano fuori.

Come spesso accade a bambini di quell’età, però, il piccolo è scoppiato in una crisi di pianto che la giovane non ha sopportato a lungo. Dopo pochi minuti, infatti, ha iniziato a picchiarlo con violenza causandogli lesioni gravissime che lo hanno fatto finire in ospedale.

Babysitter picchia il bambino di 4 mesi

Il tutto è successo nel giro di pochissimi minuti e non appena la 21enne si è resa conto di quanto aveva commesso ha accompagnato il bambino in ospedale chiamando i genitori.

In un primo momento la donna ha raccontato di aver accidentalmente strattonato il bambino nel tentativo di prenderlo dal dondolo. Poco dopo però la versione sarebbe cambiata e i medici hanno iniziato a insospettirsi. Le analisi mediche hanno però smentito entrambe le versioni chiarendo che le lesioni erano incompatibili con i racconti della donna: solo a quel punto la babysitter è crollata e ha ammesso la realtà dei fatti.

“Ero esasperata dal pianto”

La giovane ha confessato di aver picchiato a morte il bambino perché non sopportava il suo pianto. Le forze dell’ordine hanno proceduto all’arresto con l’accusa di abusi su minore e la donna dovrà affrontare un processo. Al momento non è stata diramata alcuna notizia relativa alle condizioni del neonato.

Contents.media
Ultima ora