> > Figlio disabile muore nel letto per il troppo caldo: condannata la madre

Figlio disabile muore nel letto per il troppo caldo: condannata la madre

Condannata

Una donna è stata accusata di abbandono di minore, dopo che lo scorso Ferragosto il figlio disabile è morto per il troppo caldo.

Lo scorso Ferragosto un ragazzo disabile è morto nel suo letto per il troppo caldo.

La madre è stata accusata di abbandono di minore. 

Figlio disabile muore nel letto per il troppo caldo: condannata la madre

Una donna è stata condannata a sei anni e otto mesi di carcere con l’accusa di aver abbandonato il figlio disabile. Il giovane è stato trovato morto nel suo letto, probabilmente ucciso dal troppo caldo. La tragedia è avvenuta a Ferragosto 2021, a Grammichele, in provincia di Catania. Una giornata in cui le temperature erano molto elevate.

Secondo i soccorritori, che sono intervenuti dopo la chiamata della donna, il figlio era affetto da grave disabilità e sarebbe morto per ipertermia causata dalla prolungata esposizione al calore. Il ragazzo era affetto da tetraperesi spastico-distonica e disabilità intelletiva grave e non avrebbe potuto chiedere aiuto. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltagirone, Santino Mirabella, ha condannato la madre per abbandono pluriaggravato di incapace. 

La versione della madre era piena di incongruenze

La donna era stata arrestata giorni dopo il ritrovamento del corpo del ragazzino. Era stata lei a chiamare i soccorsi e aveva raccontato ai militari di aver trovato il figlio morto nel letto, ipotizzando che il decesso fosse avvenuto mentre dormiva. La sua versione era piena di incongruenze secondo gli inquirenti, così hanno avviato le indagini. Il pubblico ministero, Samuela Maria Lo Martire, aveva chiesto il massimo della pena, ovvero 8 anni di reclusione, con la riduzione del rito abbreviato, mentre l’avvocato difensore, Gianluca Nobile, aveva chiesto l’assoluzione o la derubricazione del fatto come omicidio colposo visto che non si trattava di abbandono.