×

Moda: Altaroma, successo per Roma Fashion Week con 15mila partecipanti

Condividi su Facebook

Roma, 27 gen. (Adnkronos/Labitalia) – Si è conclusa ieri con successo – oltre 15.000 i partecipanti alla manifestazione – l'edizione invernale della Roma Fashion Week, organizzata da Altaroma, negli spazi dell'Ex caserma Guido Reni. Realizzata anche grazie al sostegno dei soci (Camera di commercio di Roma, Regione Lazio, Risorse per Roma, Città metropolitana di Roma Capitale), al supporto determinante del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’Agenzia Ice, si è consolidata quella che ormai è considerata la manifestazione dedicata alla moda indipendente e ai talenti emergenti del made in Italy.

Un lungo processo di riposizionamento portato avanti negli ultimi anni che ha consentito ad Altaroma di affermarsi come l’istituzione italiana della moda dedicata a studenti, designer emergenti e giovani talenti. Delineandosi infine quale piattaforma di scouting, una rete di opportunità e visibilità in stretta connessione con le principali manifestazioni italiane e internazionali.

Sono stati 154 i brand/designer partecipanti alle iniziative in calendario, 200 circa gli studenti dei final work e dei progetti delle accademie di moda, 51 gli eventi in calendario, 21 le sfilate, 16 tra proiezioni, talk, workshop, laboratori e istallazioni, 3.000 mq di superficie allestita.

Tra i progetti di maggior successo, Showcase Roma, giunto alla quinta edizione e diventato un punto fermo della manifestazione, che ha visto esporre 55 designer. Oltre il 60% di loro ha iniziato l’attività negli ultimi 4 anni, e si tratta prevalentemente di ditte individuali e imprese artigiane che provengono da regioni del Centro-Sud Italia, con un fatturato inferiore agli 80.000 euro. Un quarto dei designer ha produzioni ecosostenibili.

Da questo contenitore, oltre che dal progetto Who Is On Next?, provengono molti dei brand di successo che hanno avuto l'occasione di sfilare in monografiche o collettive, come Rome is My Runway, format di produzione Altaroma per promuovere in passarella i brand selezionati su territorio nazionale e che si sono fatti notare attraverso altri progetti della Società.

“Come ha ricordato nel suo intervento il sottosegretario Ivan Scalfarotto – afferma Silvia Venturini Fendi, che a dicembre è stata riconfermata alla presidenza della società – il ruolo che la Capitale si è ritagliata con grande intelligenza è quello di essere la 'pipeline' dei talenti del made in Italy.

A Roma ci può e deve essere il futuro della moda italiana. Condividiamo il suo pensiero e guardiamo a questa edizione appena conclusa con grande soddisfazione. Una soddisfazione per la qualità dei marchi, designer e progetti proposti; per la ricchezza dei contenuti emersi durante i nostri workshop; per la quantità di pubblico, tra addetti ai lavori e non, che ha partecipato a eventi e laboratori e ha apprezzato il lavoro dei nostri designer".

"La nostra soddisfazione – sottolinea – viene però, soprattutto, dall’attenzione che abbiamo ricevuto dalle istituzioni del territorio e nazionali, molto presenti in questa edizione. La collaborazione istituzionale a un progetto che oggi ha una valenza di sistema e non solo territoriale è determinante affinché Roma si affermi definitivamente come, punto di partenza e culla di una nuova generazione di creativi.

Ho fiducia che le istituzioni pubbliche, che hanno accompagnato il processo di cambiamento di Altaroma, nei prossimi anni consolideranno il loro sostegno rafforzando l’efficacia di un irrinunciabile strumento di crescita per i sempre più numerosi giovani creativi che si rivolgono ad Altaroma”.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche