×

Florida, litigano per le luci accese in casa: lui uccide l’ex moglie e il figlio di lei

Michael Williams ha sparato all’ex moglie, Marsha Evans-Banks, e al figlio di lei, Robert Adams, durante una lite per futili motivi.

Florida

Hanno litigato perché in casa c’erano troppe luci accese. Michael William ha sparato alla sua ex moglie, Marsha Evans-Banks, e al figlio di lei, Robert Adams. La tragedia è avvenuta in Florida.

Florida, litigano per le luci accese in casa: lui uccide l’ex moglie e il figlio di lei

Una banale lite domestica, scoppiata per le troppe luci accese in casa, è finita in tragedia. Marsha Ebanks-Williams, di 48 anni, e il figlio, Robert Adams, di 28 anni, sono stati uccisi con un’arma da fuoco. A premere il grilletto è stato Michael Williams, ex marito della donna, di 47 anni. Il delitto è avvenuto a DeLand, in Florida, domenica 18 settembre. Lo ha reso noto l’ufficio stampa dello Sceriffo della contea di Volusia.

La coppia aveva divorziato a giugno, dopo 10 anni di matrimonio, ma i due vivevano ancora insieme, con il figlio di lei, Robert, e i figli di lui, di 5 e 6 anni, che non sono rimasti coinvolti. A chiamare il 911 sarebbe stato lo stesso ex marito della donna, che ha dichiarato di aver sparato per legittima difesa. Gli agenti lo hanno trovato seduto in un veicolo parcheggiato nel vialetto.

All’interno dell’abitazione c’erano i corpi senza vita della donna e di suo figlio, insieme ai due bambini.

La ricostruzione dell’omicidio

Secondo la ricostruzione, domenica mattina l’uomo sarebbe uscito di casa dopo aver staccato la corrente e chiuso a chiave il quadro elettrico con un lucchetto. Quando è tornato si è accorto che avevano ripristinato la corrente e spaccato il lucchetto, sostituendolo con un altro. Questo avrebbe fatto scoppiare il litigio.

Secondo quanto riportato dal vice-sceriffo Brian Henderson in una conferenza stampa, l’uomo avrebbe spiegato agli agenti di essere stato picchiato dalla ex moglie e dal figlio Robert. Avrebbe aperto il fuoco per difesa personale. Gli investigatori non gli credono, anche perché non presentava alcun segno di violenza sul corpo. “Lui afferma di essere stato aggredito violentemente dalle due vittime. Ma io non vedo nessun segno di violenza sul suo volto, questo è assolutamente insensato” ha dichiarato Henderson.

Il colpevole è stato arrestato

Durante la conferenza stampa è emerso che nei mesi dopo il divorzio Williams e la ex moglie stavano pensando di vendere la casa e dividere il ricavo. All’uomo era stato concesso di vivere con loro. All’inizio del 2022 gli agenti sarebbero intervenuti in altre cinque occasioni per riportare la calma in seguito a violenti litigi, ma non era mai stato arrestato. Ora Williams si trova in custodia cautelare nel carcere della contea di Volusia. Secondo l’accusa avrebbe premeditato il delitto e in questo caso rischierebbe la pena di morte. I suoi figli sono stati affidati al Dipartimento statale per l’infanzia e la famiglia della Florida. Potrebbero essere testimoni diretti del duplice omicidio. In passato l’uomo era già stato arrestato per percosse domestiche, abusi su minori e un’aggressione ad un agente.

Contents.media
Ultima ora