×

Guerra in Ucraina, almeno 109 i bambini uccisi: cos’è la protesta dei passeggini vuoti

A Leopoli, altra città ucraina colpita dagli attacchi russi, è in atto una protesta silenziosa per dire basta all'uccisione dei bambini.

Ucraina protesta passeggini vuoti

La tragedia della guerra in Ucraina, dopo 23 giorni dall’inizio del conflitto, sembra lontana dalla fine. Il 90% delle case sarebbe già stato raso al suolo. Aumentano i profughi e i feriti. Troppe anche le vittime. Quella in Ucraina è una strage di civili.

Almeno 726 i cittadini deceduti a causa degli attacchi russi. Secondo Kiev, inoltre, i bambini morti dall’inizio del conflitto sono 109. 130 quelli feriti. Stando a quanto emerso dai dati diffusi finora, dall’inizio della guerra morirebbero ben 5 bimbi ogni giorno. 400 le scuole colpite finora, oltre al teatro di Mariupol dove era stata chiaramente indicata la presenza di bambini. Sono loro le vittime innocenti di un disastro annunciato.

Troppo piccoli per comprendere le logiche assurde che muovono un conflitto ingiusto; troppo piccoli per poter patire un dolore così profondo. Il bilancio è destinato ad aggravarsi. Così a Leopoli, nella centrale piazza del mercato, è iniziata una protesta per dire basta all’uccisione di bambini.

Guerra in Ucraina, cos’è la protesta dei passeggini vuoti

A Leopoli gli ucraini hanno iniziato una protesta silenziosa per dire stop alla morte dei bambini.

Così sono stati posizionati 109 passeggini vuoti, distribuiti su sei file, ognuno dei quali simboleggia una giovane vittima della guerra.

I passeggini sono stati posti di fronte al media center in cui si trovano i giornalisti provenienti da tutto il mondo. Sono stati posizionati anche tre cartelli per ricordare il bombardamento del teatro di Mariupol e i drammi che da oltre 20 giorni affliggono la popolazione ucraina.

Contents.media
Ultima ora