×

I ricchi cechi, le barriere anti carro che stanno proteggendo spiagge e strade dell’Ucraina

Da binari ferroviari e putrelle da edilizia ad arma di difesa, cosa sono i ricchi cechi, le barriere anti carro che stanno proteggendo l'Ucraina

Ricci cechi sulla spiaggia di Odessa

Non stanno cambiando le sorti della guerra, ma sono di certo una valida protezione: stiamo parlando dei ricchi cechi, le barriere anti carro che stanno proteggendo spiagge e strade dell’Ucraina. Le strade di Kiev e delle altre città sono piene di file e schemi di questa versione più moderna e “compatta” dei cavalli di Frisia che vennero utilizzati già dal 1940.

La loro efficacia sta tutta nella loro semplicità: lo scopo è rallentare i mezzi nemici funzionando un po’ come giganteschi “chiodi” che vanno ad incastrarsi nel cingoli dei mezzi corazzati. 

I ricchi cechi, le barriere anti carro che sta usando Kiev

I loro “nonni”, i Cavalli di Frisia, erano composti da legno, metallo e fil di ferro e dovevano fermare la cavalleria montata, loro invece devono arrestare quella meccanizzata e contro l’offensiva della Russia in Ucraina stanno facendo un lavoro egregio.

Ma come sono fatti? Per lo più da più travi, le cosiddette putrelle, saldate a stella ad una trave centrale che stabilizza l’intero sistema composto da sei travi tre delle quali sono sempre base. Ed è un sistema a volte “costellato” da bulloni, spuntoni ed altri elementi di ingombro che possono essere catturati dai cingoli in funzione. 

Da binari ferroviari a strumento di difesa

In Ucraina un’azienda di costruzione di binari ferroviari è stata convertita appositamente per fare i “ricci”.

Ricci che prendono il loro nome dal paese che per primo decise di costruirne in metallo invece che in cemento, la Cecoslovacchia. Anche lì un potente esercito meccanizzato, quello della Germania nazista, stava invadendo il paese. Ma sempre durante la Seconda Guerra Mondiale i ricci furono protagonisti nel difendere anche la stessa Germania dallo sbarco in Normandia (oggi hanno funzione omologa a Odessa) e la Russia dalla VI armata del generale tedesco Paulus.

Contents.media
Ultima ora