×

Il gioco degli astragali

Condividi su Facebook

Un divertente passatempo dei Romani

Il gioco degli astragali era uno dei divertimenti più diffusi tra gli antichi romani.

Ma cosa erano e in cosa consistevano gli astragali?

I Greci chiamavano così gli ossicini del piede di animali come pecore e capre, che venivano anche riprodotti in bronzo, pietra e avorio a scopo ludico.

Esattamente come per i dadi, anch’essi molto usati dai Romani, ogni lato dell’astragalo aveva un valore: il punteggio finale, quello che decretava la vittoria o la sconfitta dei partecipanti, veniva calcolato a seconda della faccia che mostravano cadendo.

Questo tipo di gioco possedeva un proprio linguaggio che ne definiva mosse, schemi e punteggi; il lancio più sfortunato veniva detto del cane, quello dal punteggio più alto era chiamato colpo di Venere.

Il gioco degli astragali (detti anche aliossi) aveva origini antichissime e nacque probabilmente in Asia, da dove si diffuse in molte altre parti del mondo.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.