> > Il ministro Urso ha chiesto ai benzinai la revoca dello sciopero

Il ministro Urso ha chiesto ai benzinai la revoca dello sciopero

Il ministro Adolfo Urso

Il ministro Urso ha chiesto ai benzinai la revoca dello sciopero: "Una decisione che danneggia i cittadini, c'è un tavolo di confronto che terremo aperto"

Il ministro Adolfo Urso ha chiesto ai benzinai la revoca dello sciopero, la data del 25 d il 26 gennaio si avvicina e l’iniziativa sindacale innescata dalle polemiche fra governo Meloni e categoria sul prezzo dei carburanti rischia di paralizzare il paese.

L’idea di Urso in realtà è più un parere e il ministro delle Imprese e del Made in Italy ha fatto capire che lo sciopero dei benzinai per il caro carburanti “dovrebbe essere revocato”. 

Urso e la revoca dello sciopero dei benzinai

Insomma, un po’ appello un po’ constatazione, con il ministro Urso che ha sottolineato come quella dello sciopero imminente e presa dalle associazioni di categoria sia “una decisione che danneggia i cittadini”, e comunque sul tema “c’è un tavolo di confronto che terremo aperto in maniera continuativa finché non ci sarà un riordino del settore”. 

“Zone d’ombra che danneggiano gli onesti”

Poi ed in chiosa Urso è tornato proprio sul tema che aveva fatto infuriare i benzinai che si sentono capro espiatorio di una situazione che a loro dire rimanda solo a speculazioni alte ed al mancato rinnovo del taglio sulle accise: per lui ci sono “zone d’ombra che danneggiano coloro che lavorano in piena onestà”.