Il virus Toscana che in Italia causa meningite e non ha cura
Il virus Toscana che in Italia causa meningite e non ha cura
Salute & Benessere

Il virus Toscana che in Italia causa meningite e non ha cura

Flebotomi
Il virus Toscana in Italia

Il virus Toscana in Italia causa meningite e non ha cura: cos'è, trasmissione e sintomi.

Il virus Toscana è presente in Italia, dove è stato associato a casi di meningite. Tale virus, che può causare anche meningoencefalite, è trasmesso dalla puntura di flebotomi o pappataci infetti e non ha ancora una cura. Oltre che nel nostro Paese il virus è presente anche in altri paesi mediterranei, tra cui soprattutto Spagna, Portogallo, Francia, Croazia, Grecia, Cipro, e Turchia.

Il virus Toscana

Il nome del virus deriva dalla regione in cui è stato isolato all’inizio degli anni ’70 dalla dottoressa Paola Verani e dai suoi collaboratori dell’Istituto Superiore di Sanità a Roma.
Il virus Toscana è poco conosciuto ma in Italia è stato associato a cinque regioni in cui si sono verificati casi di meningite (soprattutto in Emilia Romagna). Come si trasmette questo virus? Principalmente attraverso la puntura da parte di flebotomi o pappataci infetti. Tali insetti sono simili alle zanzare ma più pericolosi: la differenza principale sta nelle dimensioni, più piccole rispetto a quelle delle classiche zanzare, e nel tipo di puntura, molto più irritante.

Sintomi del virus Toscana

Il periodo di incubazione del virus può variare da un paio a circa due settimane.

Come ci si accorge di aver contratto il virus Toscana? Il sintomo principale è una leggera febbre. Nei casi più gravi, però, il malato può avere anche mal di testa, nausea, vomito, dolori muscolari, febbre alta ed eritemi cutanei.

Solitamente nel giro di una settimana il paziente guarisce del tutto. In cinque regioni italiane, però, il virus Toscana è stato associato a casi di meningite e, soprattutto nel periodo estivo, ha causato episodi di meningoencefalite.

Come ci si cura?

Per capire se si ha contratto il virus Toscana è sufficiente svolgere dei test di laboratorio. Nel caso in cui l’esito di tali test sia positivo, cosa si deve fare? In realtà non esiste una cura specifica per questo virus. Nei casi più lievi non è previsto intervenire con alcuna terapia, in quelli più gravi si cerca almeno di alleviare i sintomi. Quando il virus è collegato ad episodi di meningite, il trattamento non prevede la cura del virus quanto piuttosto quella dell’infiammazione.

Tuttavia, dato che il virus deriva dalla puntura di flebotomi e pappataci, per evitare di ammalarsi c’è un consiglio molto facile da seguire: applicare dei semplici repellenti che tengano lontano questi insetti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche