×

Incassavano il Reddito di Cittadinanza ma non parlavano italiano: 50 denunciati per documenti falsi

Incassavano il Reddito di Cittadinanza ma non parlavano italiano: 50 denunciati per documenti falsi esibiti alla posta, ma loro erano stranieri

Smascherati 50 furbi del RdC

Incassavano il Reddito di Cittadinanza ma, particolare trascurabile, neanche parlavano italiano: sono in tutto 50 i personaggi denunciati per possesso di documenti falsi con cui si recavano  negli uffici postali di Milano per incassare il RdC. 

Reddito di Cittadinanza illegale: 50 stranieri denunciati dalla Polizia

I “furbi” sono stati smascherati da una accurata indagine condotta Polizia postale di Milano assieme ai colleghi della Capitale e coordinata dalla Procura del capoluogo lombardo. Un vero sodalizio criminale che curava ogni step: l’ingresso in Italia “di soggetti provenienti dalla Romania, dall’Austria e dalla Germania”.

“Carte false” per avere il Reddito di Cittadinanza, 50 denunciati

Poi le indicazioni per per recarsi presso gli uffici postali milanesi al fine di ricevere la card.

Infine il ritiro della stessa dietro presentazione di documenti falsificati. L’indagine aveva preso piede a settembre del 2020 ed aveva condotto anche a misure di cautela, all’arresto di due persone trovate in possesso di documentazione falsa. 

Perquisizioni, chat sui viaggi e 50 denunciati che prendevano illegalmente il Reddito di Cittadinanza 

Sono scattate anche otto perquisizioni con il ritrovamento di carte prepagate e ricevute di presentazione dell’istanza del reddito di cittadinanza.

Nel fascicolo figurano anche i messaggi che gli interessati si scambiavano via chat per concordare viaggi e permanenza sul territorio italiano in attesa di beneficiare illegalmente della misura. 

Contents.media
Ultima ora