×

Incendio a Milano, 100mila euro donati dalla banca Mediolanum agli sfollati: mutui sospesi

L’incendio avvenuto a Milano in via Antonini ha causato gravi danni alla struttura. La banca Mediolanum ha fatto una donazione.

Incendio Milano

L’istituto bancario Mediolanum ha accolto immediatamente l’appello dei residente della Torre dei Moro, palazzo che si trova a Milano in via Antonini, dando vita ad una donazione. La banca ha così deciso di donare 100mila euro a fondo perduto alle famiglie che domenica 30 agosto 2021 sono state colpite da un grave incendio che ha distrutto lo stabile.

Incendio a Milano, la scelta di banca Mediolanum

La banca Mediolanum ha spiegato che metà dell’importo (50mila euro) è stato donato mediante bonifico: l’importo verrà suddiviso fra i condomini clienti della banca per affrontare le spese di prima necessità. La restante parte “saranno versati al condominio di via Antonini 32, quale segno di vicinanza e solidarietà concreta e immediata a tutti i condomini della Torre dei Moro” si legge su una nota dell’istituto bancario.

Incendio a Milano, altra decisione di banca Mediolanum

Nel frattempo Mediolanum ha sospeso per 24 mesi, in maniera immediata, le rate dei mutui e dei prestiti dei clienti che hanno subito gravissimi danni con l’incendio accaduto in via Antonini. “È stata azzerata al contempo la produzione di interessi durante il periodo di sospensione” continua una nota della banca. In ogni caso i residenti avevano già lanciato una raccolta fondi in Rete, tra l’altro condivisa anche dal cantante Mahmoood, che ha superato i 20mila euro.

Il giovane ha postato alcuni messaggi su Instagram e hanno raccontato quanto accaduto nello stabile che si trova a Milano. Le fiamme hanno infatti distrutto il grattacielo al civico 32 di via Antonini. Danni ingenti anche nell’appartamento del cantante, situato al nono piano dell’edificio.

Incendio a Milano, altri dettagli

L’artista e tutti gli altri inquilini che risiedevano presso la struttura hanno potuto recarsi nelle rispettive abitazioni e osservare in prima persona lo stato dei vari locali colpiti dalle fiamme.

I condomini hanno potuto verificare cosa sia rimasto dei propri effetti personali. “Molte persone e molte famiglie hanno necessità di aiuto. Spero veramente che questa situazione non venga dimenticata in pochi giorni e che si faccia quanto possibile per aiutare tutti coloro che ne hanno bisogno”, ha scritto qualche giorno fa Mahmood sui social. Un ringraziamento è arrivato anche dai vigili del fuoco per lo spegnimento delle fiamme che hanno danneggiato il palazzo di via Antonini.

Contents.media
Ultima ora