×

Incidente sul lavoro a Campi Bisenzio. L’Autopsia: “Giuseppe Siino è deceduto per asfissia”

A pochi giorni dalla morte dell'operaio 48enne in un'azienda di Campi Bisenzio, sono stati diffusi i risulti dell'autopsia: è deceduto per asfissia.

Incidente Campi Bisenzio autopsia

A poco meno di una settimana dalla morte di Giuseppe Siino, l’operaio 48enne deceduto dopo essere stato schiacciato dai rulli di un macchinario di un’azienda di Campi Bisenzio di Firenze, sono arrivati i risultati della sua autopsia. Stando a quanto emerso l’uomo è morto per asfissia.

In aggiunta il corpo dell’uomo ha riportato un trauma dovuto allo schiacciamento. 

Incidente Campi Bisenzio autopsia, cosa è emerso

Secondo quanto emerso dall’autopsia disposta sul corpo del 48enne Giuseppe Siino nella giornata di martedì 21 settembre l’asfissia, che sarebbe per l’appunto la causa della morte dell’uomo, sarebbe dovuta al trascinamento dell’busto del suo corpo che sarebbe quindi stato risucchiato all’interno del macchinario. Ad attirare l’attenzione degli investigatori sarebbero stati proprio i traumi riportati sul torace dovuti allo schiacciamento.

Questi elementi avrebbero permesso agli inquirenti di confermare quella che sarebbe almeno per il momento l’ipotesi più accreditata. L’uomo di 48 anni sarebbe stato risucchiato dal macchinario solo dopo che il suo orologio era rimasto bloccato in uno dei rulli. 

Incidente Campi Bisenzio autopsia, l’orologio era completamente distrutto 

Ed è proprio l’orologio uno degli elementi chiave di questa vicenda. L’oggetto infatti è stato ritrovato per terra e con il cinturino completamente distrutto.

Standoa  quanto riporta fanpage.it alcuni operai avrebbero reso noto che oggetti quali bracciali e appunto orologi erano interdetti sul posto di lavoro per motivi di sicurezza. Altro nodo da risolvere rimane il macchinario sul quale dovrebbe essere prevista un’indagine tecnica al fine di fare di far luce su come possa essere morto esattamente l’uomo. Ad ogni modo, da prime verifiche non sarebbero emersi malfunzionamenti del dispositivo. 

Incidente Campi Bisenzio autopsia, in calo i decessi sul posto di lavoro 

Nel frattempo secondo quanto emerso dagli ultimi dati pubblicati dall’Inail, nel 2021 sono state 677 le morti sul posto di lavoro denunciate entro il mese di luglio. Si tratterebbe questo di un dato che, seppure in lievo calo rispetto a quello del periodo corrispondente del 2020, va tenuto particolarmente d’occhio in quanto – spiega INAIL:  “i dati delle denunce mortali degli open data mensili, più di quelli delle denunce in complesso, sono provvisori e influenzati fortemente dalla pandemia da Covid-19, con il risultato di non conteggiare un rilevante numero di “tardive” denunce mortali da contagio, in particolare relative al mese di marzo 2020. Si fa notare, inoltre, che i decessi causati dal Covid-19 avvengono dopo che è intercorso un periodo di tempo più o meno lungo dalla data del contagio”. 

Contents.media
Ultima ora