Infiammazione al clitoride: cause e rimedi
Infiammazione al clitoride: cause e rimedi
Sesso & Coppia

Infiammazione al clitoride: cause e rimedi

infiammazione al clitoride
Cause e rimedi per l'infiammazione al clitoride

Il clitoride è la parte più sensibile del corpo femminile e proprio per questo è soggetta a irritazione. Scopriamo insieme le cause e i rimedi dell'infiammazione al clitoride.

L’infiammazione al clitoride colpisce molte donne nel corso della vita ed è un’esperienza molto fastidiosa e sgradevole. Ma perché si infiamma il clitoride? Cosa si può fare in caso di irritazione e fastidio? È necessario contattare uno specialista? Cerchiamo di scoprire insieme le cause e i rimedi del clitoride infiammato.

Il clitoride

Il clitoride è la parte più sensibile del corpo femminile ed è anche la maggiore fonte di piacere sessuale. Esso si trova al centro delle piccole labbra, al di sotto di un lembo di pelle molto sensibile. Moltissime donne non sopportano il contatto diretto con il clitoride perchè troppo sensibile e preferiscono la stimolazione soltanto quando è coperto dal lembo di pelle. Esistono anche vari tipi di piercing come quello sul cappuccio del clitoride che servono per stimolare la zona durante un rapporto e renderla ancora più erogena.

Infiammazione al clitoride

Essendo il clitoride una parte molto delicata è possibile talvolta che si infiammi per svariate ragione.

Poca pulizia e batteri sono tra i motivi principali che possono causare dolore al clitoride, ma non sono i soli. Scopriamo insieme altre cause dell’infiammazione. A volte il clitoride può infiammarsi dopo essere stato masturbato poiché è una zona molto sensibile e ricca di terminazione nervose. Se non si sta attenti e soprattutto se sia hanno le mani sporche, possono aumentare i rischi di irritazione. La zona del clitoride può essere affetta da una forte infiammazione. L’infiammazione porta prurito, rossore e bruciore all’interno. Anche il mangiare male e in modo irregolare può influire su questo genere di infiammazioni. Può capitare che il clitoride si infiammi dopo aver avuto un rapporto sessuale troppo “energico”. Il clitoride infatti è una parte molto sensibile e bisognerebbe fare molta attenzione agli sfregamenti eccessivi che avvengono durante un normale rapporto sessuale. Sfregare il clitoride con le dita asciutte può dare vita a infiammazioni. Se lo sfregamento è eccessivo o fatto con le dita lavate poco bene possono possono prodursi delle irritazioni.

La candida è una delle cause dell’infiammazione del clitoride e causa irritazione su tutta la parte degli organi genitali.

Consigli

Per superare l’infiammazione al clitoride si consiglia di utilizzare una pomata antinfiammatoria e adatta alle zone intime. Ne esistono tantissime in commercio e potete chiedere consiglio direttamente al vostro farmacista. Se il dolore al clitoride persiste si consiglia caldamente di consultare un medico.

Tra i prodotti migliori per l’igiene intima si consiglia Tantum Rosa in formato gel che ha un’azione emolliente e deterge le parti intime eliminando il senso di prurito e fastidio. Ideale da utilizzare in tutti i momenti, il gel dona freschezza e sollievo in poco tempo e elimina i batteri e idrata in profondità.

Per eliminare il fastidio intimo e ripristinare la flora batterica, Pegaso Candinorm Ovuli con ovuli vaginali elimina la vaginosi batterica e allevia il prurito da irritazione. Per un’azione completa e un sollievo immediato, gli ovuli naturali e vegetali sono ideali per essere portati ovunque e per ridurre l’infiammazione intima.

Della casa farmaceutica Bayer, Gyno-canestest è un tampone che serve a rilevare infezioni vaginali e a scegliere il trattamento più adatto.

Il test fornisce una risposta immediata ed è affidabile per individuare il tipo di batterio e procedere con la relativa cura. Consigliato per tutti i generi di fastidi intimi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

eterosessuale
Sesso & Coppia

Cosa vuol dire eterosessuale?

di Notizie

Il termine eterosessuale oggi è utilizzato soprattutto per classificare un comportamento e una tendenza sessuale. Andiamo più a fondo e scopriamo l’etimologia del termine, le classificazioni sessuali e la teoria dello sviluppo psicosessuale di Freud.