×

Insulti antisemiti Lazio, gettati nel Tevere i fiori regalati dal club

Insulti antisemiti Lazio: non si placano le polemiche. Stamane sono stati ritrovati nel Tevere i fiori donati in segno di scuse alla Sinagoga dal Presidente Lotito.

default featured image 3 1200x900 768x576

Insulti antisemiti Lazio, continuano le vicende spiacevoli dopo il caso Anna Frank. La corona di fiori donata alla Sinagoga della città di Roma per mano del Presidente Lotito a nome del Club della Lazio è stata ritrovata questa mattina nelle acque del Tevere.

Con tutta probabilità i fiori sono stati gettati nel fiume durante la notte.

Insulti antisemiti Lazio

Non si placano le polemiche a seguito del gesto di cattivissimo gusto degli Ultrà della Lazio, colpevoli di insulti antisemiti Lazio. Quello che ormai è conosciuto come il “Caso Anna Frank” è un’altra triste pagina delle cronache sportive italiane. Tutto è avvenuto qualche giorno fa con l’affissione di alcuni adesivi e scritte contenenti insulti antisemiti, lasciati dai tifosi della Lazio tra gli spalti della curva sud del stadio Olimpico in occasione della partita tra Lazio e Cagliari.

I tifosi biancazzurri non sono nuovi a vicende di insulti antisemiti Lazio, tanto che proprio nei giorni precedenti, la curva Nord dell’olimpico, solitamente a loro destinata era chiusa a causa di una squalifica per razzismo.

Gli adesivi

Gli ultrà biancazzurri hanno incollato tra gli spalti della curva sud dell’Olimpico degli adesivi che ritraevano Anna Frank con una maglietta della Roma. A corredare il tutto delle scritte contenenti insulti antisemiti Lazio.

Il gesto, a dir poco inqualificabile, è stato apertamente condannato dal mondo del calcio, tuttavia restano molti i dubbi in merito alla condotta degli Ultrà della Lazio e del club sportivo.

Lotito dona fiori alla Sinagoga

In segno di scuse a nome dell’intera società sportiva Lazio, il Presidente Lotito nei giorni scorsi ha visitato la Sinagoga della città di Roma. Per scusarsi per l’affissione degli adesivi che ritraevano Anna Frank con la maglia della Roma, e per gli insulti antisemiti Lazio allo Stadio Olimpico, Lotito ha donato una corona di fiori.

Anche qui la polemica non si è placata: secondo alcune indiscrezioni Lotito, mentre era a bordo dell’aereo che lo avrebbe portato a Roma, avrebbe detto: «Famo ‘sta sceneggiata». Immediata è stata la smentita da parte dello stesso presidente al riguardo.

Fiori gettati nel Tevere

La corona di fiori donata da Lotito alla Sinagoga di Roma è sparita poco dopo la donazione. I fiori bianco azzurri, come i colori del club, erano stati donati dal presidente Lotito in segno di scuse dopo la vicenda degli insulti antisemiti Lazio. Dopo la visita di Lotito i fiori non erano più presenti nell’ingresso della sinagoga e sono stati rivisti solo dopo nelle acque del fiume Tevere. Molto probabilmente la corona di fiori è stata gettata nel Tevere durante la notte . Non è da escludersi che l’intenzione iniziale fosse quella di riportarla sotto casa del presidente Lotito, ma che durante il percorso lungo il Tevere, si sia deciso per gettare i fiori nel fiume.

Contents.media
Ultima ora