Kora, figlia di Kaos, prende il suo posto nei soccorsi
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Kora, figlia di Kaos, prende il suo posto nei soccorsi
Cronaca

Kora, figlia di Kaos, prende il suo posto nei soccorsi

Kora, la figlia del cane-eroe Kaos
Kora, la figlia del cane-eroe Kaos

Il padre è stato avvelenato da ignori, ma l'addestratore Fabiano Ettorre può contare sulla figlia Kira per proseguire il proprio lavoro.

È difficile sostituire un cane come Kaos, l’eroe a quattro zampe che ha salvato tante vite nel Centro Italia insieme all’addestratore Fabiano Ettorre. Il pastore tedesco è stato avvelenato nel giardino di casa, il 28 luglio, e ora Ettorre si trova costretto a sostituirlo per continuare il proprio lavoro. Ha scelto di farlo con Kora, una cucciola di pastore tedesco figlia proprio di Kaos. Ha solo tre mesi, non è ancora pronta a scendere in campo, ma Ettorre è convinto che lo sarà dopo l’addestramento previsto.

Dall’annuncio all’addestramento

Il 14 luglio, pochi giorni prima della morte dell’amico a quattro zampe, Fabiano Ettorre aveva pubblicato sul proprio profilo Facebook un annuncio. Cercava una casa per l’ultima cucciola di pastore tedesco disponibile. Era rimasta solo lei tra tutti i figli di Kaos e di Kira. Quello che sembrava un problema da risolvere è diventata ora una grande fortuna per l’addestratore.

L'annuncio dell'addestratore

L’avvelenamento

È sempre su Facebook che Ettorre ha dato l’allarme per la scomparsa di Kaos il 28 luglio.

Poche ore dopo il cane è stato ritrovato privo di vita, avvelenato da uno o più colpevoli che attualmente restano ancora ignoti. Una “persona meschina”, secondo le parole dell’addestratore, che non ha colpito solo lui ma anche tutta la comunità dell’Italia centrale. Dal terremoto di Amatrice alla slavina di Rigopiano, fino all’anziano scomparso e ritrovato proprio dal pastore tedesco nelle montagne dell’aquilano: in tanti devono la vita a Kaos. “Hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato – scrive Ettorre sui social – Sei stato un amico fedele, abbiamo condiviso e diviso casa, divano, tutto. Corri amico mio, non ti fermare. un giorno ci abbracceremo nuovamente”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2301 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.