×

La Commissione Europea ha proposto di tagliare i fondi all’Ungheria

La Commissione Europea sospenderà miliardi di euro di fondi per l'Ungheria per corruzione e per aver danneggiato la democrazia.

Viktor Orban

La Commissione Europea sospenderà miliardi di euro di fondi per l’Ungheria per corruzione e per aver danneggiato la democrazia. Si tratta del primo caso.

La Commissione Europea propone di tagliare i fondi all’Ungheria

L’esecutivo dell’Unione europea sospenderà miliardi di euro di fondi per l’Ungheria per corruzione.

Si tratta del primo caso del genere. L’UE ha introdotto la nuova sanzione pecuniaria due anni fa in risposta a ciò che secondo lei equivale a minare la democrazia in Polonia e Ungheria, dove il primo ministro Viktor Orban ha sottomesso tribunali, media, ONG e mondo accademico, oltre a limitare i diritti dei migranti, dei gay e delle donne. Il blocco ha anche denunciato a lungo le leggi ungheresi sugli appalti pubblici per insufficienti garanzie anti-innesto che restituiscono un tasso eccessivo di singoli offerenti e alimentano la corruzione.

La Commissione Europea prevede di approvare una proposta per sospendere fino a un decimo dei fondi dell’economia ungherese dal budget condiviso del blocco per il 2021-27 per un valore totale di 1,1 trilioni di euro.

La proposta va a i membri dell’UE, che avrebbero tre mesi per decidere a maggioranza. Questo significa che nessun singolo paese può bloccare la punizione. Orban si è definito un “combattente per la libertà” contro la visione del mondo dell’Occidente liberale e nega che l’Ungheria sia più corrotta di altri Paesi dell’Unione Europea.

Ha rifiutato a lungo di modificare le sue leggi ma ora è stato messo sotto pressione per concludere un accordo con Bruxelles per garantire denaro per la sua economia in difficoltà.

La corruzione

La Commissione sta già bloccando 6 miliardi di euro di fondi previsti per l’Ungheria per la ripresa economica del Covid, spiegando che il denaro rischierebbe di essere usato in modo improprio. Reuters ha documentato nel 2018 come Orban canalizzi i fondi di sviluppo dell’UE ai suoi amici e familiari, pratica che secondo le organizzazioni per i diritti umani ha arricchito la sua cerchia ristretta.

L’Ungheria ha registrato irregolarità in quasi il 4% della spesa dei fondi dell’UE nel 2015-2019, secondo l’OLAF, organismo antifone del blocco. Si tratta del peggior risultato tra i 27 paesi dell’UE. L’Olaf ha affermato nel 2016 che Budapest dovrebbe rimborsare oltre 280 milioni di euro spesi per la metropolitana a causa di “frode e possibile corruzione”. Procedure complesse e dispute politiche hanno consentito all’Ungheria di evitare pesanti sanzioni.

Contents.media
Ultima ora