×

La storia di Didone e Enea a Torino

default featured image 3 1200x900 768x576

imgdidoneDidone e Enea, un amore e una leggenda ricostruiti da Virgilio nell’Eneide.

Il progenitore romano che, scampato alla distruzione di Troia, trova rifugio a Cartagine e si innamora e si unisce alla regina Didone. L’abbandono per volere degli dei, la maledizione lanciata su Enea, il suicidio di Didone. Una storia che ritroviamo questa sera e domani sera alla Lavanderia a Vapore di Collegno, in uno spettacolo coreografato da Matteo Levaggi per il Balletto Teatro di Torino, sulla celebre opera musicale barocca di Henry Purcell.

Lo spettacolo di Levaggi propone un dialogo continuo tra corpo e musica, dove la storia vede le sue dinamiche incentrate tutte sugli elementi surreali richiamati dalla musica di Purcell: magie, sortilegi, streghe. “Il linguaggio artistico del coreografo e quindi della compagnia è carico di un’eleganza e di una sensualità tali da rendere superfluo qualsiasi escamotage drammaturgico, lasciando ‘semplicemente’ che i suoni barocchi riempiano i movimenti dei suoi danzatori” ha affermato la critica.

“Le schiene, i movimenti delle teste, i port de bras sono morbidi e pieni del suono fin nelle dita delle mani. Gli intrecci sono così raffinati da riuscire nel compito di appagare gli occhi e la mente di chi guarda, completamente”

Contents.media
Ultima ora