×

La variante Omicron pesa sul turismo: aumentano le disdette dei voli e negli alberghi

"È un dato molto sensibile, quello degli arrivi. Con la notizia della variante, mi hanno segnalato parecchie disdette", fa sapere il sindaco di Milano.

variante Omicron turismo

L’emergenza coronavirus torna a fare paura in Italia e in tutto il Vecchio Continente. Nel nostro Paese si spera di trascorrere le festività in condivisione, non come successo nel 2020, tra lockdown e restrizioni. Tuttavia, la risalita dei contagi e l’arrivo della variante Omicron spaventano gli italiani: in tanti avevano organizzato alcuni giorni lontano da casa, ma sono in aumento le disdette di voli e alberghi.

Variante Omicron pesa sul turismo: in aumento le disdette

Dopo l’annuncio di Federalberghi Roma, che segnala un aumento delle disdette durante le festività natalizie, un nuovo allarme arriva da Milano.

Il 2020 è stato un anno nero per il turismo, ma Sea conferma una generale tendenza positiva prima della notizia riguardante la nuova variante, Omicron. Negli ultimi giorni, si registra un aumento delle disdette.

In molti stanno rinunciando alle proprie prenotazioni, dagli alberghi ai voli aerei.

Variante Omicron pesa sul turismo: le parole di Beppe Sala

Aumentano le disdette a Milano e a sottolinearlo è il sindaco Beppe Sala. “È un dato molto sensibile, quello degli arrivi. Da quando è uscita la notizia sulla variante, mi hanno segnalato da Sea che ci sono state parecchie disdette”, ha dichiarato in occasione dell’inaugurazione del tradizionale mercatino di Natale in piazza Duomo.

Quindi ha aggiunto: Per fortuna c’era un buon traffico turistico sugli aeroporti. Ho verificato proprio oggi i dati, anche se basta una minima notizia negativa per bloccare un po’ le cose. Linate è già nella giusta dimensione. A Malpensa c’è invece ancora spazio di crescita, anche se i low cost sono già vicini al 50%”.

Variante Omicron pesa sul turismo: l’allarme di Federalberghi Milano

Non solo i voli aerei: le disdette coinvolgono anche gli hotel.

Lo ha detto Maurizio Naro, presidente di Federalberghi Milano, Brianza e Lodi, il quale ha fatto sapere:I letti occupati per Sant’Ambrogio sono il 30/35% del totale, lievemente più alto il dato per questo weekend, intorno al 50. Dal 10 dicembre in avanti le camere prenotate sono però solo una su dieci“.

Potrebbe essere una conseguenza della variante Omicron, che fa paura. Naro precisa: “Difficile stabilirlo anche per via delle prenotazioni last minute. Qualche cancellazione c’è stata sicuramente, ma è difficile isolarla statisticamente”.

Contents.media
Ultima ora