> > Ladri sbagliano casa, restituiscono la refurtiva, ripuliscono e chiedono scus...

Ladri sbagliano casa, restituiscono la refurtiva, ripuliscono e chiedono scusa ai proprietari

carabinieri

Dei ladri incappucciati si sono intrufolati nella casa sbagliata: una volta che si sono accorti dell'errore hanno chiesto scusa e consegnato il bottino

La curiosa vicenda si è verificata a Bagno a Ripoli, una piccola cittadina toscana situata nei pressi di Firenze.

Alcuni rapinatori si sono intrufolati in una casa, pensando fosse quella di un avvocato, e hanno minacciato i presenti. Una volta che si sono accorti dell’errore, però, hanno chiesto scusa ai proprietari e hanno restituito ciò che avevano preso.

Ladri entrano nella casa sbagliata e si scusano coi proprietari: restituita tutta la refurtiva

Il tentativo di furto è avvenuto nella serata di ieri, martedì 15 novembre, quando un gruppo di ladri stranieri si è intrufolato nella casa di Bagno a Ripoli.

Gli uomini erano convinti di essere entrati nella casa di un avvocato, ma in realtà si sbagliavano. Nell’appartamento, infatti, c’erano due anziani e la famiglia della loro figlia. I ladri hanno minacciato queste persone armati di pistola e piede di porco, mettendo tutto a soqquadro alla ricerca di un oggetto specifico (non è ancora stato chiarito quale fosse). Capendo di aver fatto un errore e di essere entrati nella casa sbagliata, i ladri hanno chiesto immediatamente scusa ai proprietari di casa.

La riconsegna degli oggetti rubati e le indagini dei carabinieri

E non solo. I ladri, infatti, hanno anche riconsegnato un orologio e alcuni gioielli che avevano sequestrato durante la ricerca e si sono messi a ripulire tutto lo scantinato della casa in cui avevano frugato per cancellare possibili tracce. Più tardi, i famigliari hanno chiamato i carabinieri della compagnia di Firenze Oltrarno e della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo che stanno ora indagando sulle identità dei ladri.