×

L’incapacità di comunicare blocca i piani nucleari indiani

default featured image 3 1200x900 768x576

imageTra ottobre e novembre l’India, uno dei giganti industriali, economici ed anche militari del prossimo futuro, pensava di dare il via alla realizzazione di due impianti nucleari, Koodankulam e Jaitapur, negli stati di Maharashtra e Tamil Nadu.

I piani di Nuova Delhi hanno subito un inaspettato stop a causa delle proteste da parte della popolazione locale, in alcuni casi spalleggiati anche da esponenti delle amministrazioni e dei governi locali. Oltre che da diverse decine, se non centinaia, di attivisti antinucleari provenienti da diversi paesi europei, quali la Germania, la Finlandia, la Francia, gli Stati Uniti e l’Australia.

un’interessante analisi dei perché delle proposte, e di come queste sono state affrontate, nel modo sbagliato, evidentemente, da parte delle autorità governativi e nucleari indiane, è stata fatta da Dan Yurman, e pubblicata sulle pagine internet di American Nuclear Society. 

Contents.media
Ultima ora