×

Maria Giovanna Maglie, lo scontro con Padellaro: “Adoratori del dio vaccino”

Maria Giovanna Maglie si è scontrata con Antonio Padellaro durante la puntata della trasmissione L'aria che tira, condotta da Myrta Merlino su La7.

Maglie-Padellaro

Maria Giovanna Maglie si è scontrata con Antonio Padellaro durante la puntata della trasmissione L’aria che tira, condotta da Myrta Merlino su La7.

Maria Giovanna Maglie, lo scontro con Padellaro: “L’adorazione del dio vaccino”

Maria Giovanna Maglie, tra gli ospiti di Myrta Merlino a L’aria che tira, in onda lunedì 15 novembre su La7, ha chiesto per quale motivo “mai si parla delle terapie” per il Covid, aggiungendo di smetterla con “l’adorazione del dio vaccino“.

Le ultime evidenze sulla durata del vaccino, che rendono necessaria la terza dose, ha creato grande confusione. “Gli anticorpi monoclonali non sono stati praticamente utilizzati in Italia, in qualche posto come il Veneto un po’ lo si è fatto. Stanno scadendo e sarebbe bello capire perché” ha dichiarato Maria Giovanna Maglie, che preferirebbe parlare delle cure contro il Covid, invece che sempre e solo del vaccino.

Maria Giovanna Maglie, lo scontro con Padellaro: “Perché non vengono considerate le terapie?

Ora arrivano delle terapie, perché non vengono considerate e si parla solo di terza, quarta dose?” ha chiesto la giornalista, riferendosi alle cure anti-Covid di cui si è parlato nelle ultime settimane. Secondo la Maglie il dibattito pubblico è troppo concentrato solo sul vaccino, senza mai dare spazio alle cure e alle terapie. “Fino a ieri ci hanno detto che la seconda dose era la garanzia, ora ci dicono impunemente che se non si fa la terza è come non aver fatto le prime due.

Le cose sono radicalmente cambiate” ha aggiunto la giornalista. 

Maria Giovanna Maglie, lo scontro con Padellaro: “Sono grato a chi mi ha dato il vaccino”

Ad un certo punto è intervenuto Antonio Padellaro del Fatto Quotidiano, che ha un’opinione completamente opposta rispetto a quella di Maria Giovanna Maglie. “Io non sono in adorazione ma sono grato a chi mi ha dato il vaccino. Se ci sarà da fare la quarta dose o la quinta la farò come ho fatto la terza.

Questo can can sul vaccino dell’influenza non è stato mai fatto” ha commentato. “Non parlo della Maglie ma ce l’ho con chi vuole fare ascolti o prendere voti. Non permetterò a nessun non vaccinato di starmi vicino, bisogna piantarla” ha dichiarato Padellaro. “Ma non è vero, il non vaccinato che per fare qualunque cosa deve fare tamponi ogni 24 ore è più protetto” rispetto ai non vaccinati che hanno fatto la dose da diverso tempo e non si sottopongono ai tamponi, ha risposto la Maglie.  

Contents.media
Ultima ora