×

Maria Rita Gismondo: “Nei vaccini c’è ancora il virus di Wuhan”

Maria Rita Gismondo: “Nei vaccini c’è ancora il virus di Wuhan e adesso invece pretendiamo che i vaccini vengano aggiornati ad un virus attuale”

Maria Rita Gismondo

Onesta e schietta, Maria Rita Gismondo lo ha detto chiaramente, ricordandolo a se stessa ed ai telespettatori ospite a L’aria che Tita su La7: “Nei vaccini c’è ancora il virus di Wuhan”. Che significa? Che pretendere una accelerazione per modellare i nuovi vaccini su un virus aggiornato che non è più quello che dalla Cina attaccò il mondo non è così facile. 

Gismondo e i vaccini in cui c’è il virus di Wuhan: “Ora però pretendiamo aggiornamenti”

La direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano lo ha detto parlando della variante Omicron e dei sieri attualmente usati per combattere la Delta che resta dominante. In tema di efficacia di questi ultimi la Gismondo ha ribadito l’esiguità dei dati attuali in merito. Perciò ha spiegato: “Noi ci stiamo vaccinando ancora col virus di Wuhan. Adesso pretendiamo che i vaccini vengano aggiornati e che ci si vaccini con un virus attuale“. 

Cosa voleva dire la Gismondo con il fatto che nei vaccini c’è il virus di Wuhan: l’effetto “puzzle”

Ovviamente la sua non è stata una stroncatura, ma solo una constatazione, tant’è che ha aggiunto: “Questo non significa che i vaccini abbiano perso forza”. In tema di Pfizer e Moderna la Gismondo ha precisato che “i vaccini attuali hanno una proprietà positiva, ovvero quella di essere una specie di puzzle, vale a dire che possiamo togliere un pezzo e mettere un nuovo pezzo del virus che ci interessa per renderli efficaci e attuali”.

E in chiosa di argomento: “Quindi è stato dichiarato dalle stesse aziende che in circa 90 giorni si può aggiornare il vaccino”. 

Moderna e Pfizer pronte ad aggiornare per la Omicron perché nei vaccini c’è ancora il virus di Wuhan: lo ha ricordato Maria Rita Gismondo

Il dato è già storico, visto che sia Moderna che Pfizer paiono pronte a lavorare su un aggiornamento e che la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha spinto proprio in questo senso.

E gli effetti della Omicron sui vaccinati? “Stiamo già lavorando e studiando la reazione che hanno i sieri dei pazienti vaccinati nei confronti di questa variante, tra una settimana o due avremo dati precisi”. 

Contents.media
Ultima ora