> > Marito sequestrato e chiuso in cantina per due giorni, arrestata la moglie

Marito sequestrato e chiuso in cantina per due giorni, arrestata la moglie

I Carabinieri hanno fermato una donna

Marito sequestrato e chiuso in cantina per due giorni, arrestata la moglie: nel 2012 fu arrestata in flagranza dai Carabinieri di Passo Corese

Assurda vicenda nel Lazio, dove un marito viene sequestrato e chiuso in cantina per due giorni, motivo per cui è stata arrestata e messa ai domiciliari la moglie.

Da quanto si apprende una 60enne di Fara Sabina aveva recluso l’uomo in casa lasciandolo perfino senza cibo. Una velina stampa dei carabinieri della territoriale di Fara Sabina spiega l’accaduto e il provvedimento adottato per quel reato. 

Marito sequestrato e chiuso in cantina 

I militari  “hanno proceduto all’arresto di una donna sessantenne del luogo, su ordine di esecuzione per espiazione della pena, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma”.

Ma cosa era successo? “La donna, già nota alle forze di polizia, è stata condannata per sequestro di persona commesso in danno del marito”. 

Cosa accadde nel luglio del 2012

I fatti sono del luglio del 2012, quando la donna “fu arrestata in flagranza, dai Carabinieri della Stazione di Passo Corese, per aver segregato in una cantina il marito, all’epoca sessantacinquenne, lasciandolo per due giorni senza viveri”. Per quel motivo e in esecuzione del giudicato “dopo il fotosegnalamento, la donna è stata condotta presso l’abitazione di residenza, dove dovrà scontare la pena residua di 11 mesi e 26 giorni di reclusione, in regime di detenzione domiciliare”.