×

Milano, migrante scala l’albero di Natale

Condividi su Facebook

Un migrante di origine gambiana ha tentato di togliere la croce in cima all'albero di Natale in piazza nel centro di Milano.

E’ accaduto a Milano, il 22 dicembre 2017. Un 21enne di origine gambiana si è arrampicato sull’albero di Natale in piazza Duca D’Aosta, proprio di fronte alla stazione Centrale di Milano. Il suo obiettivo era, senza dubbio, singolare. Voleva togliere la croce dall’enorme albero.

Il giovane è stato subito fermato dalla polizia locale, perciò non è riuscito a compiere il suo folle gesto di ribellione. Una volta arrivato in Questura è stato identificato e denunciato. L’episodio è avvenuto venerdì, ma è stato reso pubblico solamente il giorno dopo.

Milano, migrante scala l’albero di Natale

Un 21enne di origine gambiana ha attuato un gesto molto inusuale. Il giovane si è arrampicato sull’albero di Natale nel centro della piazza principale di Milano.

Il suo obiettivo? Togliere la croce in cima all’abete addobbato. Probabilmente, il giovane voleva dimostrare la sua ribellione nei confronti della città.

Certamente questa vicenda ha spiazzato tutti per la sua particolarità e stranezza. Questo giovane, è stato fermato dalla polizia locale giusto in tempo. Non è riuscito a compiere il suo atto di ribellione e a terminare, dunque, il suo operato.

Il 21enne ha scalato l’albero

Il giovane 21enne di origine gambiana è rimasto ignoto.

Ai media non sono state fornite informazioni in più su di lui. L’unico dettaglio è stata, appunto, la sua origine di provenienza e la sua età. Il ragazzo è stato fermato prima di compiere il suo gesto di ribellione.

Le parole di De Corato

L’ex vicesindaco di Milano e capogruppo di Fratelli D’Italia Riccardo De Corato ha commentato lo strano episodio. “Dopo la porta tunisina nel bel mezzo della piazza, adesso ci mancava anche un cittadino africano che cerca di sottrarre i simboli del Natale.”

Riccardo De Corato dopo il commento lasciato pubblicamente ha aggiunto: “E tutto questo avviene nel giorno in cui Sala dice sì all’esposizione del barcone dei migranti a Milano, un’operazione che costerà 500mila euro”.

Questa la frase ad effetto dell’ex vicesindaco milanese.

L’interrogatorio in questura

In ogni caso, il giovane è stato trovato in stato di alterazione. Dunque, non era sano quando ha compiuto il gesto inaspettato e insolito. Dopo che è stato portato in questura, le informazioni che sono trapelate sono state solamente due. Il giovane è stato identificato e subito dopo denunciato. Per fortuna, dunque, l’albero non è stato intaccato e rovinato. I milanesi e tutti i turisti possono continuare ad ammirare la magnificenza dell’abete di fronte alla stazione Centrale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.