Morte di Denis Bergamini: nuove perizie sul caso
Morte di Denis Bergamini: nuove perizie sul caso
Cronaca

Morte di Denis Bergamini: nuove perizie sul caso

Denis Bergamini

Il calciatore del Cosenza era stato trovato morto sulla statele Jonica nel 1989

Nuove perizie verranno fatte sui dispsitivi digitali dei due indagati per la morte del calciatore Denis Bergamini, calciatore del Cosenza. Sono stati già sequestrati il computer e il telefono cellulare.

La vicenda

Il noto calciatore è trovato morto la sera del 18 Novembre del 1989, oggi sono passati ben 28 anni dalla tragica scoperta: per molti anni la morte del calciatore era stata archiviata come semplice suicidio e offuscata da punti oscuri e da mistero. I famigliari della vittima infatti non si sono mai arresi in questi anni e hanno sempre pensato che ci fosse ancoro qualcosa di oscuro da chiarire; dopo anni di lotte, i parenti sono riusciti ad ottenere la riesumazione del corpo del calciatore che, si era conservato perfettamente intatto nonostante gli anni che sono passati, in questo modo si è potuto scoprire la vera causa della scomparsa del calciatore.

Il calciatore del Cosenza è stato prima tramortito con del cloroformio poi, soffocato con un sacchetto di plastica e infine posto sotto la ruota del camion che lo ha schiacciato, quando era già morto o in fin di vita.

Tra le maggiori indagate c’è la ex fidanzata del calciatore, Isabella Interrò, il camionista che investì il corpo di Denis sulla statale Jonica, Raffaele Pisano, e l’attuale marito della donna, il poliziotto Luciano Conte.

Il compito di visionare i cellulari e il computer degli indagati è stato affidato a Gaetano Accorrinti; il sequestro dei mezzi digitali alla coppia Internò e Conte è stata fatta lo scorso 29 Marzo. Il conferimento dell’incarico ad Accorrinti è stato deliberato il 12 Aprile presso il Tribunale di Castrovillari, con la presenza del procuratore Eugenio Facciolla, titolare dell’indagine.

Le perizie sui materiali inizieranno il 18 Aprile. La conclusioni di questi accertamenti è prevista per il 31 Maggio, a meno che non insorgano delle complicazioni o delle richieste di proroga. Luciano Conte che è entrato solo recentemente nelle indagini era già stato oggetto di inchieste nel 1989; ora è indagato per favoreggiamento personale. Gli altri due indagati sono accusati invece di omicidio

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche