Motivi per assenza del ciclo con pillola anticoncezionale
Motivi per assenza del ciclo con pillola anticoncezionale
Salute

Motivi per assenza del ciclo con pillola anticoncezionale

pillola anticoncezionale

La pillola anticoncezionale è un farmaco contraccettivo ormonale utilizzato per evitare una gravidanza. In alcuni casi può succedere che il ciclo sia totalmente assente.

A volte una donna anche se assume la pillola anticoncezionale potrebbe riscontrare l’assenza del ciclo. Una preoccupazione comune a tutte le donne è la questione della gravidanza. Non tutti i cicli saltati durante l’assunzione di pillole anticoncezionali indicano però una gravidanza o complicazioni più gravi. Vediamo in cosa consiste la pillola e quali sono le cause più comuni di assenza di perdite mestruali.

La pillola anticoncenzionale

La pillola anticoncezionale o contraccettiva è un farmaco contraccettivo ormonale. Al momento è il metodo contraccettivo con la maggiore efficacia oltre ad essere reversibile. Questo permette di interrompere in qualsiasi momento la sua assunzione. Negli anni ’60 il dottor Pinkus la mise in commercio per la prima volta.

La pillola agisce mediante la combinazione di quantità ridotte di estrogeno e progestinico. L’assunzione quotidiana di questi due ormoni presenti nella pillola anticoncezionale agisce per l’inibizione degli eventi ormonali che portano all’ovulazione nel corpo femminile.

Normalmente nel corpo femminile sono presenti dei complessi meccanismi ormonali che permettono l’ovulazione e si attivano, in una donna fertile, dalla periodica assenza di ormoni.

Questo avviene durante il normale ciclo, nella fase iniziale della mestruazione. La pillola anticoncezionale, tramite la somministrazione costante di 21, 22 o 24 pillole quotidiane, manda l’impressione al corpo di essere già “in attività” e quindi inibisce totalmente l’ovulazione.

Oltre ad annullare l’ovulazione la pillola favorisce la formazione di altri meccanismi che favoriscono la contraccezione. Provoca, infatti, l’ispessimento della mucosa cervicale comportando un passaggio “più difficoltoso” per gli spermatozoi.

Diffusione e utilizzo

La pillola è usata quotidianamente da più di 100 milioni di donne in tutto il modo. La sua diffusione varia da nazione a nazione (ad esempio in Giappone è usata soltanto dall’1% della popolazione femminile).

Viene utilizzata non soltanto come anticoncezionale ma anche per il trattamento di alcuni patologie ginecologiche come la sindrome dell’ovaio policistico o l’adenomiosi, ovvero l’anemia causata dal flusso delle mestruazioni, o la più diffusa dismenorrea cioè le “mestruazioni dolorose”.

In caso di forme di acne lievi o moderate la pillola anticoncezionale può favorire il ridursi dello sfogo cutaneo.

In altri casi viene utilizzata frequentemente per regolare il ciclo mestruale di una donna, specialmente se tende a essere fortemente irregolare.

Saltare il ciclo con la pillola

Possono essere diversi i motivi per cui, nonostante l’assunzione regolare della pillola anticoncezionale, le cosidette “false mestruazioni” non si presentino regolarmente allo scadere della terza settimana.

Vediamo i motivi più comuni di tale assenza.

Adattamento

Nei primi mesi di assunzione della pillola anticoncezionale è molto comune avere un ciclo molto leggero se non addirittura inesistente. Il corpo, infatti, si sta adeguando all’assunzione degli ormoni sintetici e ha bisogno, in alcuni casi, di qualche mese per adattarsi.

Saltare la pillola

Saltare l’assunzione quotidiana della pillola e iniziare subito dopo un nuovo blister produrrà una totale assenza di perdite mestruali. Le pillole sono state progettare per permettere al corpo femminile di avere una mestruazione prima di iniziare un nuovo ciclo.

Stile di vita

Improvvisi cambiamenti nello stile di vita possono causare un salto del ciclo mestruale per le donne o rendere inefficace la contraccezione. L’aumento o la perdita di peso o un forte stress possono influire sulla normale regolarità del ciclo.

Gravidanza

La pillola anticoncezionale, se assunta correttamente, ha un’efficacia del 98% nella prevenzione delle gravidanze. Saltare o dimenticare le pillole può causare una gravidanza e se sospetta, è necessario consultare un medico.

Anche l’alimentazione può influenzare il ciclo mestruale ed è importante avere una dieta sana ed equilibrata.

Tante ricette per ridurre i dolori mestruali con un’alimentazione sana e corretta e per affrontare con serenità il ciclo mestruale. Il libro propone idee e consigli per prendere consapevolezza del proprio corpo e selezionare i cibi giusti per la propria alimentazione. Con una divisione per periodo e un’analisi accurata dei sintomi che ciascuna fase comporta, il libro fornisce molti consigli utili per le donne che attraversano questo periodo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche