×

Muore di Covid dopo il parto, la denuncia del marito: “Giustizia per Palma Reale”

Una donna di 28 anni è morta di Covid dopo il parto: la drammatica vicenda è stata denunciata dal marito della vittima alle forze dell’ordine.

Morte

La 28enne Palma Reale, originaria di Liberi, in provincia di Caserta, è deceduta al Policlinico di Napoli dopo aver partorito il suo quarto figlio. La donna, non vaccinata contro il coronavirus, era stata ricoverata presso il nosocomio partenopeo dopo essere risultata positiva all’infezione.

Muore di Covid dopo il parto, la storia di Palma Reale

Palma Reale, 28 anni, era risultata positiva al SARS-CoV-2 insieme al marito, Alfonso Vozza, e ai suoi tre figli, lo scorso 18 agosto. Nel momento in cui la giovane mamma ha scoperto di aver contratto il Covid, era incinta del suo quarto figlio e stava affrontando l’ottavo mese di gravidanza. La donna, inoltre, non era stata vaccinata contro il virus.

Dopo aver contratto il Covid, il marito di Palma Reale ha tentato di far ricoverare la donna all’ospedale di Caserta per garantirle la massima assistenza in considerazione della sua condizione di gestante. La struttura, tuttavia, ha constato che i sintomi della donna erano lievi e, pertanto, avrebbe potuto curarsi a domicilio.

Muore di Covid dopo il parto, il ricovero al Policlinico di Napoli

Pochi giorni dopo, tuttavia, lo stato di salute della 28enne è gradualmente peggiorato e Palma Reale è stata trasferita al Policlinico Federico II di Napoli.

In questa circostanza, il personale sanitario ha provveduto a far nascere il bambino, prematuro ma in ottime condizioni di salute. La mamma del piccolo, invece, è stata portata in terapia intensiva per poi spegnersi nella giornata di sabato 11 settembre.

Il drammatico epilogo della vicenda ha fortemente provato il marito Alfonso Vozza, convinto che la morte della moglie si sarebbe potuta evitare se l’ospedale di Caserta avesse accettato di ricoverare la donna prima che i suoi sintomi degenerassero.

L’uomo, quindi, ha deciso di sporgere denuncia verso il nosocomio casertano e non solo. Alle forze dell’ordine, infatti, Alfonso Vozza ha denunciato anche il Policlinico di Napoli.

Muore di Covid dopo il parto, la denuncia del marito: “Giustizia per Palma Reale”

Secondo quanto riferito da Alfonzo Vozza, in seguito al ricovero della moglie presso il Policlinico di Napoli, la busta che conteneva gli effetti personali di Palma Reale è svanita nel nulla. Tra gli effetti personali della donna, erano presenti il cellulare, la fede nuziale e un paio di orecchini.

A questo proposito, quindi, l’uomo ha dichiarato: “Me l’hanno uccisa due volte: prima all’ospedale di Caserta, dove non hanno voluto ricoverarla, poi al Policlinico di Napoli, dove sono scomparsi tutti gli oggetti che aveva con sé”.

Contents.media
Ultima ora