×

Pedaggi autostradali, no agli aumenti per il 2022 su quasi tutte le tratte

Pedaggi autostradali, no agli aumenti per il 2022 su quasi tutte le tratte: concessioni scadute e definizione dei nuovi contratti senza "upgrade"

Quasi tutte le tratte autostradali sono esenti da aumenti tariffari

Buone notizie per i pedaggi autostradali, da oggi, primo gennaio 2022, no agli aumenti per l’anno su quasi tutte le tratte, lo annuncia il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), spiegando che ci sono isolate eccezioni. Il solo adeguamento previsto è quello della A21 gestita da Autovia Padana Spa. 

Pedaggi autostradali, no agli aumenti su tutta la rete, fatta eccezione per 105 chilometri

Parliamo di un tratto di 105 chilometri su un totale di oltre 6.000 di rete autostradale a pedaggio, quindi di una fetta infinitesimale del volume di traffico previsto. Il sunto è che per il 2022 vengono confermate le tariffe vigenti sulle autostrade gestite dalle società per le quali è in corso l’aggiornamento o la revisione del rapporto concessorio. 

Restano invariati i pedaggi autostradali, un decreto del Mims dice no agli aumenti

Se ci saranno delle variazioni esse andranno ad incidere solo e soltanto sulla definizione dei nuovi contratti.

Questi ultimi infatti dovranno recepire il regime tariffario previsto dall’Autorità di regolazione dei trasporti. Con le concessioni scadute di solito si procede al ritocco al rialzo delle tariffe, ma per quest’anno non sarà così. E a confermalo è un atto dell’esecutivo, un decreto del Mims che conferma le tariffe e sospende gli adeguamenti fino al perfezionamento del nuovo rapporto concessorio.  

No agli aumenti sui pedaggi autostradali, ma ci sono eccezioni “tangenziali”

E il solo aumento previsto? Sarà quello riconosciuto alla sola società concessionaria A21 Piacenza-Brescia (Autovia Padana), il tutto con una variazione pari al +5,45%. In realtà ci sarebbe anche un caso limite bis: la società Serravalle-Milano Spa ha comunicato al Mims che da oggi, primo giorno del 2022, non rinnoverà la sospensione dell’adeguamento tariffario, riconosciuto con decreto interministeriale del 31 dicembre 2018 e finora non applicato. Che significa? Che potrebbero esserci variazioni tariffarie sulle tratte A7 Milano-Genova e sul sistema di tangenziali di Milano.

Contents.media
Ultima ora