Salvini attacca i 5 stelle: “Ministri pagati per lavorare”
Politica

Salvini attacca i 5 stelle: “Ministri pagati per lavorare”

salvini di maio

Salvini ha commentato il lavoro del Governo: "I ministri sono pagati per lavorare". Immediata la replica dei pentastellati.

“Io rispondo con i fatti. Questa gente cerca fascisti, comunisti, nazisti, marziani, ma i ministri sono pagati per lavorare”. Così Salvini avrebbe commentato la pagella di governo, chiarendo chi “lavora” e chi invece “polemizza”. La “gente” a cui si fa riferimento sono chiaramente i ministri 5 stelle e il loro leader Luigi Di Maio. Quest’ultimo avrebbe infatti attaccato Salvini sull’alleanza con l’estrema destra tedesca. La risposta del ministro pentastellato non si è fatta attendere: “Da che pulpito viene la predica…”.

Le parole di Salvini

Il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha commentato l’operato dei ministri: “Anche in queste ore una nave Ong che stava arrivando in Italia ha cambiato indirizzo e sta andando da un’altra parte. Vuol dire che l’Italia difende i suoi confini. Mi piacerebbe che tutti i ministri avessero la stessa concretezza, sbloccando cantieri e facendo ripartire opere pubbliche. Se invece di polemizzare si lavorasse di più, l’Italia sarebbe un paese migliore” ha concluso il leader della Lega.


Di Maio: “Salvini nervoso”

“Cosa penso delle parole di Salvini? Non saprei, ultimamente sento i leghisti un pò nervosi – ha spiegato il vice premier Di Maio in relazione a quanto detto da Salvini sul lavoro del Movimento 5 stelle -.

Scherzando mi verrebbe da dire: “Da che pulpito viene la predica”, ma la prendo con leggerezza. Sarà stato il momento, non so, non ho nemmeno letto l’agenzia, mi è stato riferito” ha concluso, intercettato da Ansa a Ivrea, a margine di Sum#03. “Questo governo, quando lavora sui fatti, lavora bene. Io lavoro benissimo con Salvini e la Lega. Abbiamo problemi quando parliamo di temi ideologici che a volte sono di ultradestra”.

Anche alcuni parlamentari pentastellati hanno poi voluto commentare il lavoro di Salvini: “Se contassimo le ore che lui passa in giro a dichiarare e a farsi selfie, piuttosto che al ministero, ci verrebbe da sorridere”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.