×

Crisi di governo, il gesto di De Falco a Salvini: “Tu vai a casa”

Durante l'intervento di Matteo Salvini, il senatore (ex M5S) Gregorio De Falco invita il ministro ad andarsene a casa mimando un inequivocabile gesto.

gesto-de-falco

Da qualche ora sta diventando virale sui social network un particolare momento della seduta tenutasi nel pomeriggio del 20 agosto al Senato per il voto di sfiducia a Giuseppe Conte. Durante l’intervento di Matteo Salvini in merito alla crisi di governo, il senatore Gregorio De Falco ha mimato il gesto di andarsene in direzione del ministro dell’Interno, il tutto accompagnandolo dalle parole “Tu vai a casa”.

Crisi governo, il gesto di De Falco

È stato durante una delle numerose interruzioni al discorso di Salvini che le telecamere hanno immortalato il gesto del senatore De Falco. Indicando il leader della Lega, il senatore ha infatti alzato il braccio mimando il gesto dell’andarsene, aggiungendo l’inequivocabile frase: “Tu vai a casa”.

Quella di oggi è solo l’ultima delle critiche di Gregorio De Falco a Matteo Salvini. Il senatore ha infatti spesse volte criticato l’operato del ministro dell’Interno, soprattutto in materia di immigrazione e sicurezza.

Aspri scontri che nel tempo hanno portato De Falco ad abbandonare il gruppo parlamentare del M5S, con i quali era stato eletto alle scorse politiche. Dal 4 gennaio di quest’anno il senatore è infatti membro del gruppo misto, non riconoscendosi più nella maggioranza parlamentare.

Il parallelismo con Schettino

Il senatore De Falco – ex tenente della Marina – è però noto soprattutto per la celebre telefonata al capitano Schettino durante il naufragio della Costa Concordia. In quell’occasione divenne celebre al pubblico italiano per la famosa esortazione “Salga a bordo cazzo” diretta nei confronti di Schettino. È stato proprio prendendo spunto da questo episodio che molti utenti del web hanno fatto un parallelismo tra l’invito fatto a Schettino e quello fatto oggi nell’Aula del Senato a Matteo Salvini.

Resta da vedere se anche il capitano della Lega seguirà i consigli di De Falco o se preferirà abbandonare la nave.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche