×

M5S, Calenda contro Di Battista: “Lo manderei a zappare”

Condividi su Facebook

Il leader di Azione e il pentastellato si scontrano dai microfoni. Duro l'attacco di Calenda: "Vada a zappare"

Carlo Calenda, leader di Azione, contro Di Battista: "Lo manderei a zappare"

Carlo Calenda non ci sta e si scaglia contro Alessandro Di Battista, “Un Paese normale lo manderebbe a zappare“. Lo ha detto il leader di Azione ospite a Zapping, il programma di Rai Radio1.

Calenda contro Di Battista: “Vada a zappare”

Le parole del politico suonano come un macigno contro il collega pentastellato, che ha appoggiato una probabile leadership del premier Giuseppe Conte: “Votiamo persone su proclami vuoti sull’eco di quello che noi esprimiamo con le nostre preoccupazioni, persone a cui non daremmo da gestire un nostro bar se ne possedessimo uno! Però gli diamo lo Stato nella convinzione che lo Stato non è nostro, lo Stato è nostro perché ci dà la scuola, la sanità, le tasse e se tutto questo non funziona in un particolare momento di crisi si va a gambe all’aria.

A me di Di Battista non me ne frega niente perché lo manderei a zappare…” ha chiosato l’ex ministro.

Di Battista e Conte: cosa è successo

L’invettiva contro Di Battista arriva un giorno dopo che il politico del MoVimento 5 Stelle ha, nella sostanza, fatto un endorsement verso Conte: “Ci sono determinati poteri anche politici che vogliono buttare giù il Governo per prendere in mano i denari della ricostruzione“.

Di Battista ha lanciato il suo attacco verso quelle forze politiche che si oppongono all’attuale linea Conte. Poi, ai microfoni di Mezz’ora in più, si è detto speranzoso sull’utilità degli Stati Generali indetti dal capo del Governo. Le affermazioni del pentastellato non hanno avuto la benedizione del fondatore del MoVimento, Beppe Grillo. Davanti alla sua proposta di una “assemblea costituente” in cui “tutte le anime possano costruire una loro agenda“, Grillo ha attaccato con ironia le “persone che hanno il senso del tempo come nel film ‘Il giorno della marmotta’“.

Calenda contro il governo

Nei giorni scorsi, anche Calenda ha fatto parlare di sé. Ospite del format di Rete 4, Quarta Repubblica, lo scorso 8 giugno ha dichiarato: “Al governo abbiamo persone che non hanno mai gestito neanche una gelateria.

Per il leader di Azione, la ripresa ha diverse fragilità, come i ritardi nella distribuzione dei sussidi tanto quanto l’eccessiva burocrazia.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media