Pomeriggio 5: parla la vicina di casa del piccolo Nicolas
Pomeriggio 5: parla la vicina di casa del piccolo Nicolas
Cronaca

Pomeriggio 5: parla la vicina di casa del piccolo Nicolas

Pomeriggio 5
Pomeriggio 5

A Pomeriggio 5 si torna a parlare del piccolo Nicolas, morto per soffocamento. Nuovi aggiornamenti arrivano dalla vicina di casa

La puntata di Pomeriggio 5 di lunedì 7 maggio 2018 si è aperta all’insegna della cronaca nera. Si è tornati a parlare del caso del piccolo Nicolas, morto soffocato da un giocattolo. Al momento i maggiori sospetti ricadono sulla madre. Adesso a parlare è la vicina di casa e ha scelto di farlo ai microfoni di Barbara D’Urso.

Nuovi aggiornamenti da Pomeriggio 5

Con Pomeriggio 5, Barbara D’Urso è tornata a dar spazio alla cronaca nera. Nella puntata del 7 maggio 2018, si è parlato di Nicolas, il bambino morto a soli 4 anni forse per soffocamento. Per la sua morte è indagata la madre del piccolo, Anna Beltrami. A intervenire sulla questione è la vicina di casa, presentata dalla D’Urso come super testimone.

“L’ho sempre vista con il bambino e per me era una ragazza solare, attaccata al figlio“, ha esordito la vicina di casa di Nicolas e di mamma Anna. Poi puntualizza: “Altri lati non ne conosco.

Io quando la incontravo era sempre sorridente con tutti”. Gli inquirenti hanno iscritto la Beltrami al registro degli indagati, sospettata, per precauzione, di omicidio colposo.

Ad aggravare la posizione già sufficientemente compromessa di mamma Anna, ci hanno pensato gli inquirenti, intercettando un sms inviato al papà del piccolo. Nel messaggio la Beltrami raccontava: “Sono vicino a un canale, sto facendo giocare Nicolas”. Queste parole hanno fatto aumentare i sospetti attorno a lei, incrinando ulteriormente la sua posizione.

L’argine di un canale è un punto piuttosto pericoloso per far giocare un bambino di soli 4 anni. Inoltre, il giocattolo sarebbe stato troppo grande per la bocca di un bambino così piccolo e su di esso non sono rinvenute tracce di sangue. A rivelare le cause e l’ora del decesso, ci penserà l’autopsia. Per il momento, la mamma rimane iscritta al registro degli indagati, “è un atto dovuto”, hanno precisato.

Il messaggio inviato da Anna a Philip, ex marito e padre del suo bambino, è saltato immediatamente agli occhi degli inquirenti.

I due, infatti, dopo aver posto fine alla loro relazione, non sono rimasti in buoni rapporti. Infatti, così precisa l’inviata della D’Urso: “I genitori sono separati e la coppia non aveva un rapporto pacifico”.

Pomeriggio 5

La storia di Nicolas

Nel tardo pomeriggio di lunedì 23 aprile 2018, la mamma di Nicolas lo ha portato al pronto soccorso dell’ospedale di Carpi, il loro paese. Al momento del ricovero, il piccolo era già in stato di arresto cardiorespiratorio. Inoltre, agli inquirenti, la Beltrami ha riferito di aver trovato all’improvviso il suo bambino riverso a terra, “in uno stato di incoscienza non testimoniata. Quindi la sua durata non è stata possibile da definire con precisione”.

Al pronto soccorso sono state avviate le manovre respiratorie previste da protocollo, per poi essere trasferito al Policlinico di Modena, nel reparto di terapia intensiva. Purtroppo Nicolas non ce l’ha fatta e i suoi genitori, Anna e Philip, hanno deciso di donare gli organi del loro bambino.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche