×

Presto nel menù degli agriturismo sardi solo prodotti “Made in Sardegna”

default featured image 3 1200x900 768x576

00127 300x202
La parola d’ordine è “promuovere il Made in Sardegna”.

Di conseguenza nei menù degli agriturismo dell’Isola presto si troveranno solo ed esclusivamente cibi e bevande prodotti e trasformati inella nostra Regione. Ad un anno dall’approvazione della legge per la promozione della qualità dei prodotti della Sardegna, della concorrenza e della tutela ambientale sono infatti state approvate dalla Commissione Agricoltura del Consiglio regionale le modifiche alle norme di attuazione che istituiscono e regolano l’accesso delle imprese all’elenco regionale dei fornitori delle aziende agrituristiche della Sardegna.

In tutti gli agriturismo dell’Isola presto si potranno trovare solo prodotti “Made in Sardegna”. Le aziende sarde dovranno quindi necessariamente approvvigionarsi, per ciò che non producono in modo diretto, esclusivamente dai fornitori iscritti all’Albo e che consentirà a imprenditori e consumatori una garanzia sulla certificazione dei prodotti, che dovranno essere rigorosamente “Made in Sardegna”.

Sarà presto istituito un elenco – gestito dall’Agenzia Laore – al quale le aziende dovranno iscriversi tramite bando (ogni sei mesi a partire dal 15 marzo prossimo).

Nell’elenco sci saranno diverse sezioni: paste fresche e prodotti di panetteria; carni e frattaglie fresche e loro preparazioni; preparazioni di pesci e prodotti ittici; prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati; prodotti di origine animale. Ma comprenderà anche le bevande alcoliche e analcoliche, i distillati, i liquori e i condimenti. Tutti dovranno essere prodotti con materie prime esclusivamente locali (salvo una deroga prevista per i prodotti secondari e non reperibili in Sardegna).
La Sardegna è la prima regione in Italia a dotarsi di una normativa così importante.

Voi cosa ne pensate? Lasciateci i vostri commenti.


Contatti:
2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
walter massimo
22 Febbraio 2011 20:05

preparazioni di pesci e prodotti ittici????????????? negli agriturismi??????????????PER TUTTO IL RESTO PROPOSTA FINALMENTE SERIA !!///BALLA CA RE’//!! FAR MUOVERE I SOLDI ALL ‘ INTERNO SARDEGNA????? NON MANDARLI IN ITALIA COMPRANDO ICHNUSA E QUANT ‘ALTRO ABBIA SEDE FISCALE TIPO SARAS (BENZINA) IN MILANO. L’INTENTO E BUONO MA METTERLO IN PRATICA IMPRESA ARDUA SARA’!!

Robertto
23 Febbraio 2011 12:35

Credo che sia una notizia davvero bella per la Sardegna, spero solo che venga realmente messa in pratica. Una notizia che farà molto contenti i partitini indipendentisti (se ancora ci sono).


Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora