Prostituzione minorile: 4 arresti a Roma per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione
Prostituzione minorile: 4 arresti a Roma per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione
Roma

Prostituzione minorile: 4 arresti a Roma per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione

Prostituzione minorile

Quattro arresti a Roma con l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione minorile e tratta di esseri umani. Le indagini dei carabinieri hanno portato all'arresto di un uomo italiano e tre donne nigeriane.

Prostituzione minorile, 4 arresti a Roma per favoreggiamento e e sfruttamento della prostituzione e tratta di esseri umani. Gli arresti sono scattati nella giornata di martedì, a seguito di un’approfondita indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma. In manette tre cittadine nigeriane e un cittadino italiano, accusati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione nei confronti di una minorenne.

Prostituzione Minorile

Nella giornata di Martedì i carabinieri della Squadra Mobile di Roma hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dall’Autorità Giudiziaria. Arrestate quattro persone: un cittadino italiano e tre cittadine nigeriane, tutti con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile. Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile della polizia di stato di Luigi Silipo e coordinate dal procuratore aggiunto di Roma Michele Prestipino e dalla pm Barbara Zuin.

La denuncia

Tutto è scattato dopo la denuncia di una ragazza nigeriana, convinta a venire in Italia per lavoro e poi costretta a prostituirsi, quando ancora minorenne.

La giovane vittima, ancora minorenne all’epoca dei fatti, ha raccontato ai Carabinieri di aver deciso di lasciare la Nigeria, suo paese d’origine, su suggerimento di una donna sua connazionale. La donna le aveva promesso che in Italia avrebbe trovato lavoro come parrucchiera. Sfortunatamente la ragazza, una volta giunta in Italia, è stata coinvolta in un giro di prostituzione minorile.

Il racconto della vittima

Gli arresti sono avvenuti a Roma, ma la vicenda di prostituzione minorile che ha coinvolto una povera ragazza nigeriana, ha una storia ben più articolata, stando a quanto raccontato dalla stessa vittima. La giovane ha raccontato agli inquirenti di essere arrivata in Italia dopo essere stata in Spagna. Anche in Spagna, l’organizzazione gestita da un italiano e tre donne nigeriane, l’aveva costretta a prostituirsi. Dopo un primo periodo in Spagna la ragazza è arrivata a Roma. Qui è stata ospitata nella casa dei suoi sfruttatori che la costringevano a prostituirsi e a dare loro tutti i guadagni.

Gli arresti

Una volta giunta a Roma, l’incubo della prostituzione giovanile vissuto dalla giovane vittima, si è fatto ancora più tremendo, se possibile.

La giovane sarebbe voluta fuggire, ma i suoi sfruttatori le avevano sottratto il passaporto. Per fortuna la ragazza è riuscita a denunciare tutto ai carabinieri. Immediato l’avvio delle indagini da parte della Squadra Mobile della polizia di stato. Le indagini sul giro di prostituzione minorile hanno portato a 4 arresti. In manette Marco Masini, un uomo italiano di 60 anni e tre donne nigeriane: Omorowa Florence, Andrew Grace Mose e Julius Gumice Sofia, cittadine nigeriane, rispettivamente di 40, 26 e 36 anni.

I precedenti

Purtroppo quanto avvenuto a Roma non può considerarsi un fenomeno isolato. In Italia i casi di prostituzione minorile sono in crescita. Complice anche il flusso migratorio e la povertà dei paesi del sud del mondo, teatro di guerre civili. L’Italia molto spesso rappresenta un sogno, sinonimo di realizzazione personale e professionale per molti migranti, i quali però una volta arrivati si scontrano con la dura realtà, divenendo vittime di giri di prostituzione minorile.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*