> > Quarto Grado, caso Alice Neri: dall'anello alla bicicletta. Gli indizi che pe...

Quarto Grado, caso Alice Neri: dall'anello alla bicicletta. Gli indizi che pesano contro Mohamed

Quarto Grado Alice Neri

Alice Neri è stata trovata carbonizzata nella sua auto lo scorso 18 novembre, ma dei indizi potrebbero pesare contro Mohamed: ecco quali sono.

Era lo scorso 18 novembre quando la 32enne Alice Neri veniva ritrovata carbonizzata nella sua auto nell’area di Concordia.

I dubbi però su come la giovane possa avere perso la vita sono tanti. Nel corso della puntata di Quarto Grado andata in onda venerdì 13 gennaio sono stati puntati i fari su questo caso intricato.

In particolare nel primo servizio andato in onda sono stati analizzati gli indizi che pesano in modo importante contro Mohamed, ripercorrendo i momenti più drammatici che hanno preceduto la morte della donna. Da precisare che ad oggi Mohamed si professa innocente, ma allora cosa sarebbe successo? 

Quarto Grado, il caso Alice Neri: l’anello di Mohamed

Il primo indizio sul quale sono stati puntati i fari è stato l’anello di Mohamed che sarebbe stato ripreso nelle ore precedenti dalle telecamere. Erano infatti circa le 20 quando Alice Neri arrivava allo smart café. Verrà poi raggiunta intorno alle 20.15 da Marco.

I due – come verrà poi confermato da alcuni testimoni – rimarranno a parlare fino a tarda notte. Se ne andranno via dal locale poco prima delle 2 di notte, però è alle 2.59 che emerge il primo dettaglio fondamentale: la telecamera del locale avrebbe ripreso l’arrivo di Mohamed in bicicletta.

Quest’ultima è stata poi lasciata accanto ad un albero e vi rimarrà anche nei giorni a seguire. Per un periodo gioca nella sala slot su una macchinetta alla quale stava giocando uno dei testimoni. Uscirà dal locale alle 3.29. Proprio in quegli istanti anche Marco e Alice si stavano salutando. 

Le ultime ore di Alice 

Marco ha aspettato per un po’, poi è partito per dirigersi verso casa intorno alle 3.31. Nel frattempo Alice è ancora lì. Mohamed si sarebbe poi incamminato verso la ragazza. Quest’ultima dopo aver inizialmente impostato il navigatore verso la sua abitazione, pare abbia cambiato destinazione alle 3.39. Si sarebbe quindi recata a Vallalta di Concordia dove abita Mohamed.  Le telecamere della zona – è stato spiegato in trasmissione – hanno ripreso un percorso tortuoso.

L’ultimo percorso del veicolo sarà quello verso Fossa di Concordia dove il veicolo verrà dato alle fiamme.