> > Raffica di mitra contro la sua ex, condannato

Raffica di mitra contro la sua ex, condannato

L'uomo venne fermato dai carabinieri

Raffica di mitra contro la sua ex, condannato per un terribile crimine commesso nella notte tra il 9 e il 10 agosto 2021 contro un gruppo di persone

In Puglia un uomo esplose una raffica di mitra contro la sua ex ed è stato condannato.

L’accusa per un 22eenne era di tentato omicidio plurimo per quei 18 colpi indirizzati verso la vittima della sua violenza. Ad emettere la condanna il gup di Lecce Simona Panzera. Il processo contro il 22enne di origini albanesi I.R. si è svolto infatti con la formula del rito abbreviato. 

Raffica di mitra contro la sua ex

E il giudice per le udienze preliminari ha inflitto dieci anni di reclusione all’imputato residente a Galatina.

Ma quali furono i fatti? I media spiegano che nella notte tra il 9 e il 10 agosto 2021 a Gallipoli sparò 18 colpi di mitraglietta contro la ex fidanzata. L’uomo mancò la vittima designata e le persone che erano vicine per caso. Sempre da quanto si apprende la ragazza era per strada con la sorella, la cugina e due amici davanti ad un palazzo. 

I colpi a Gallipoli e la fuga in strada

Teatro del crimine via Kennedy nel centro di Gallipoli. Il giovane fece fuoco e poi fuggì ma venne individuato dai carabinieri. I media spiegano che il gup ha escluso la premeditazione e disposto l’assoluzione per l’accusa di detenzione di armi da guerra nonché la misura di sicurezza della libertà vigilata per due anni, questo “una volta espiata la pena e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici”.