×

Reisol: gli investimenti immobiliari riaccendono il mercato a New York

Il periodo da aprile a giugno è considerato il trimestre migliore per il real estate di NYC dal 2007, con un aumento del 150% per le compravendite.

reisol mercato immobiliare new york

Gli investimenti immobiliari rappresentano una soluzione molto gettonata nonostante la crescita dell’equity, un settore che in alcuni casi può offrire un ritorno economico considerevole. Naturalmente bisogna puntare su mercati resilienti e dinamici come il real estate a New York, una delle metropoli più apprezzate in assoluto per investire nel mattone.

In questo momento il mercato immobiliare newyorchese sta offrendo importanti opportunità, grazie a un inedito tasso di sconto per la Grande Mela, con una media del 7% a maggio rilevata nell’ambito e richiestissimo distretto di Manhattan. Margini di contrattazione superiori sono stati registrati per le abitazioni di lusso, specialmente in quelle con un valore sopra i 4 milioni, rendendo ancora più appetibili gli investimenti in questo genere di residenze.

La tendenza positiva per il mercato immobiliare di NYC è stata rilevata anche da Sara Traverso, CEO e Founder di reisol, società altamente qualificata che si occupa di consulenza specializzata per chi vuole investire in immobili a New York e Milano: “In confronto al dicembre del 2020 a Manhattan gli acquisti sono aumentati di oltre il 60%, mostrando numeri che non si vedevano da diversi anni. In genere gli immobili restano poco tempo sul mercato in attesa di un compratore, infatti gli investitori vogliono usufruire di tassi di sconto impensabili nel periodo pre-covid. Molti italiani che stanno comprando a Manhattan preferiscono puntare sugli appartamenti in condo building con vantaggi fiscali, una tipologia di abitazione che permette di ridurre l’imposta annuale prevista sugli immobili. Sicuramente andremo incontro a dei mesi molto caldi nel real estate di New York”.

L’andamento del mercato immobiliare di New York nel post-Covid

In seguito alla contrazione naturale delle compravendite in ambito immobiliare registrata durante la prima ondata di contagi di SARS-CoV 2, dalla fine del 2020 il mercato immobiliare di New York sta vivendo un trend positivo in accelerazione. In particolare, nella zona di Manhattan i contratti sottoscritti sono passati da circa 550 al mese di agosto dello scorso anno a quasi 1300 di maggio 2021, superando le 1300 operazioni mensili sia a marzo che ad aprile di quest’anno.

Il trend è confermato anche da un report proposto su Cnbc.com, con i prezzi degli immobili di Manhattan che nel secondo trimestre 2021 hanno raggiunto un nuovo record assoluto, registrando un valore medio per le rivendite di quasi 1 milione di dollari ($ 999.000). Si tratta di un incremento del 12% rispetto al primo trimestre dell’anno, un fenomeno dovuto secondo gli esperti al progressivo ritorno dei cittadini all’interno del distretto simbolo di New York, favorendo la crescita della domanda per le abitazioni di lusso e di fascia prime.

Il periodo da aprile a giugno è stato già considerato il trimestre migliore per il real estate di NYC dal 2007, con un aumento del 150% per le compravendite e un numero totale di contratti sottoscritti di 3.417. Si tratta di un’inversione di tendenza notevole, specialmente per il mercato del lusso, penalizzato nel periodo pre-Covid da un’offerta eccessiva che aveva fatto scendere i prezzi delle abitazioni. Il trend al ribasso sembra dunque essersi interrotto, con previsioni positive per il settore del luxury nell’immobiliare newyorchese per il secondo semestre 2021.

Ovviamente, con la pandemia sono cambiate le abitudini e gli stili di vita, come emerge dalla tipologia di abitazioni più richieste in questo momento. Ad esempio, nella zona di Brooklyn la domanda è molto forte per gli appartamenti nei condo building con servizi, per le case unifamiliari e per gli appartamenti in multifamily fino a 10 unità abitative. Nel settore prime invece le strutture residenziali più ambite offrono un design d’eccellenza, aree comuni spaziose, tecnologie ecosostenibili, un’elevata presenza di sistemi di domotica, ma anche e soprattutto servizi versatili e di alta qualità.

Quali sono le complessità per investire in immobili a New York?

Acquistare un immobile a New York richiede un’attenta pianificazione dell’operazione da effettuare, sia dal punto di vista finanziario, sia in termini di analisi degli aspetti fiscali. Adempimenti e oneri fiscali a NYC sono completamente diversi rispetto all’Europa, con differenti problematiche come la scelta della forma giuridica migliore per l’acquisto dell’abitazione, oppure la conoscenza della tassazione successoria sugli immobili negli USA.

Allo stesso modo bisogna conoscere a fondo il mercato per individuare le opportunità più interessanti e adatte alle proprie esigenze, considerando anche i trend di lungo termine, la qualità dei progetti edilizi e i programmi di riqualificazione urbana che interesseranno la città statunitense nei prossimi anni. Per evitare brutte sorprese, risparmiare tempo ed essere sicuri di effettuare l’investimento giusto conviene affidarsi a degli esperti, in grado di offrire un servizio di assistenza a 360 gradi per garantire il valore dell’investimento nel tempo e ottenere la maggiore redditività possibile.

Contents.media
Ultima ora