×

Retromarcia dell’IPC, Russia e Bielorussia escluse dalle Paralimpiadi invernali

Annuncio a sorpresa dopo la precedente decisione di far partecipare le delegazioni come neutrali alle paraolimpiadi invernali di Pechino 2022

paraolimpiadi invernali

Decisione a sorpresa del Comitato Internazionale Paraolimpico che ha annunciato l’esclusione degli atleti russi e bielorussi alle Parallimpiadi di Pechino 2022 dopo aver autorizzato in precedenza la partecipazione delle delegazioni come neutrali

L’annuncio a sopresa: atleti russi e bielorussi esclusi dalle Paralimpiadi invernali

A 24 ore dalla cerimonia di apertura, il Comitato Internazionale Paraolimpico ha annunciato a sorpresa che gli atleti russi e bielorussi non potranno partecipare ai Giochi Paralimpici di Pechino 2022.

La decisione precedente e le polemiche

Soltanto 14 ore prim l’IPC (il Comitato Internazionale Paraolimpico) aveva autorizzato la partecipazione delle delegazioni dei due paesi come neutrali. Una scelta che aveva suscitato varie polemiche e soprattutto, da quanto ha riferito il Comitato un clima insostenibile nei villaggi olimpici, che risentiva ovviamente dell’escalation di quanto avveniva in Ucraina.

Lo ha affermato in conferenza stampa il Presidente del movimento paralimpico mondiale Andrew Parsons:

“ll clima del Villaggio Paralimpico è diventato insostenibile nelle ultime ore e quanto deciso ieri avrebbe messo a rischio il normale svolgimento dei Giochi. Molti Comitati e altri singoli atleti hanno minacciato di non gareggiare e ciò avrebbe reso impossibile questa Paralimpiade”.

Il pensiero agli atleti esclusi: “Siete vittime delle azioni dei vostri governi”

Una decisione sofferta che il numero uno dell’IPC ha evidenziato inviando un pensiero agli atleti paralimpici esclusi:

“Samo molto dispiaciuti che siate colpiti dalle decisioni che i vostri governi hanno preso la scorsa settimana per violare la tregua olimpica.

Siete vittime delle azioni dei vostri governi”.

Contents.media
Ultima ora