×

Roman Abramovich vende il Chelsea: “Per me non si tratta di affari, ma di passione”

A 19 anni dal suo acquisto il magnate Roman Abramovich ha messo ufficialmente in vendita il Chelsea. "Mi addolora separarmi dal club".

Abramovich vende Chelsea

È arrivata l’ufficialità. Il magnate russo Roman Abramovich ha annunciato l’addio al Chelsea dopo ben 19 anni di gestione. L’oligarca, nella nota diramata sul sito internet della squadra inglese, ha spiegato che i proventi derivanti dalla vendita del club verranno destinati alle vittime della guerra in Ucraina.

“Ho sempre preso le decisioni tenendo a cuore l’interesse del club”, ha dichiarato Abramovich.

Abramovich vende il Chelsea Football Club: la nota della squadra

L’oligarca nel comunicato ufficiale ha spiegato dunque che, mettere in vendita il Chelsea significa prendere la decisione migliore per il futuro della squadra britannica: “Vorrei affrontare le speculazioni sui media negli ultimi giorni in relazione alla mia proprietà del Chelsea […] nella situazione attuale, quindi, ho preso la decisione di vendere il club, poiché ritengo che ciò sia nel migliore interesse del club, dei tifosi, dei dipendenti, nonché degli sponsor e dei partner del club”.

“Verrà creata una fondazione a beneficio di tutte le vittime della guerra in Ucraina”

Abramovich ha proseguito nella nota precisando che per lui non è questione di affari, bensì passione. Ha infine aggiunto: “Ho incaricato il mio team di creare una fondazione di beneficenza in cui verranno donati tutti i proventi netti della vendita. La fondazione sarà a beneficio di tutte le vittime della guerra in Ucraina. Ciò include la fornitura di fondi essenziali per i bisogni urgenti e immediati delle vittime, nonché il sostegno al lavoro di recupero a lungo termine”.

Contents.media
Ultima ora