×

San Gusmè, morta dopo il vaccino: depositata la consulenza

Concluso l’accertamento disposto dalla pm Valentina Magnini sulla donna di 49 anni trovata morta a San Gusmè dopo aver effettuato il vaccino anti-Covi

Valentina Bencini

Concluso l’accertamento disposto dalla pm Valentina Magnini sulla donna di 49 anni trovata morta a San Gusmè dopo aver effettuato il vaccino anti-Covid.

San Gusmè, morta dopo il vaccino: depositata la consulenza

L’esito dell’accertamento disposto dalla pm Valentina Magnini è stato depositato.

Un accertamento che serve per chiarire il giallo della morte di Valentina Bencini, donna di 49 anni trovata senza vita a San Gusmè, nell’abitazione dell’ex fidanzato. Il medico legale Marco Di Paolo, nella giornata di ieri, si è recato in Procura. Al momento, però, sulla vicenda si sta mantenendo il massimo riserbo.

San Gusmè, morta dopo il vaccino: accertamenti approfonditi

La donna, originaria di Montevarchi, era stata trovata senza vita il giorno dopo aver effettuato il vaccino Moderna in un hub della sua città.

Era stata aperta un’inchiesta per capire se poteva esserci un rapporto di causa effetto tra il decesso e la somministrazione della dose. L’autopsia non era sufficiente per quantificare un’eventuale reazione infiammatoria eccessiva correlata alla dose di vaccino, per questo sono stati effettuati degli esami più approfonditi

San Gusmè, morta dopo il vaccino: era stato escluso che il prodotto fosse deteriorato

La Procura ha fatto un lavoro davvero molto attento e preciso, tenendo anche conto che era stato escluso che il prodotto fosse deteriorato, in quanto nessuno degli altri vaccinati aveva avuto dei problemi.

La famiglia di Valentina Bencini aveva nominato un medico legale, Mario Valgimigli, per seguire la vicenda. La pm Magnini ora procederà con un’analisi attenta del contenuto del documento, per poi decidere se archiviare o disporre altri accertamenti.

Contents.media
Ultima ora