L’usato che vale oro: fino a 1000 euro per i vecchi cellulari
Scienza & Tecnologia

L’usato che vale oro: fino a 1000 euro per i vecchi cellulari

Vecchi cellulari 1000 euro
Vecchi cellulari 1000 euro

Si va dall'assai poco portatile Mobilia Senator fino ai primi iPhone, passando per il famosissimo Nokia 3310.

Davanti all’avanzata inarrestabile del progresso tecnologico e alla comparsa sul mercato di telefoni sempre più smart, può sembrare anacronistico rispolverare i vecchi cellulari. Non sono trascorsi poi molti anni da quando questi dispositivi non consentivano altro se non telefonare, scambiarsi SMS e – talvolta – scattare foto di bassa qualità. Giochi e applicazioni come quelle attuali erano impensabili, per non parlare di connessioni 4 o addirittura 5G. Eppure, se avete ancora nel cassetto alcuni di questi vecchi dispositivi, fareste bene a recuperarli, perché potrebbero valere una piccola fortuna.

Apple iPhone 2G

Tra i vecchi cellulari che valgono di più, al momento, non può mancare un dispositivo Apple. In particolare, è l’iPhone 2G a suscitare il maggiore interesse degli appassionati di tecnologia vintage. Si tratta di un modello relativamente recente, dal momento che appartiene di diritto alla categoria degli smartphone e ne è, anzi, il primo rappresentante. Questo lo rende particolarmente interessante per i collezionisti. Secondo quanto riportato da Fanpage, in base all’usura, può valere dai 300 ai 1000 euro.

iPhone 2G

Nokia 3310

Altrettanto famoso è il Nokia 3310, diventato il cellulare per antonomasia. Talmente famoso che molti oggi ne parlano ancora, descrivendolo come un modello indistruttibile e affidabile, a differenza di molti dispositivi moderni. Per andare incontro ai gusti del pubblico, Nokia lo ha ripresentato nel 2017, in una versione moderna. Ma alcuni appassionati sono ancora alla ricerca degli originali, per un valore di circa 130 euro.

Nokia 3310

Nokia 9000 Communicator

Prodotto sempre dalla Nokia, ma dall’aspetto assai diverso, è il Nokia 9000 Communicator. Questo modello del 1996 rappresentò un vero successo mondiale grazie ad alcuni tratti rivoluzionari: la tastiera QWERTY fisica e un display LCD monocromatico interno, ma soprattutto la possibilità di “aprirsi” lateralmente. Una soluzione pensata soprattutto per gli uomini di affari, che necessitavano di gestire messaggi complessi come le mail. Un Nokia 9000 Communicator perfettamente funzionante oggi può valere fino a 500 euro.

Nokia 9000 Communicator

Motorola DynaTAC 8000x

Tutt’altra cosa rispetto agli smartphone odierni è il Motorola DynaTAC 8000x, il cui design ricorda più un vecchio cordless domestico che un cellulare. Reperire un esemplare ancora funzionante può non essere semplice, dal momento che è stato commercializzato nel lontano 1984. Ma chi riesce può venderlo ai collezionisti per un valore medio di circa 1000 euro.

Motorola

Nokia Mobira Senator

Solo qualche anno prima, nel 1981, era stato presentato il Mobira Senator, il primo telefono portatile di casa Nokia. La sua forma e la sua pesantezza, però, lo rendono assai lontano dall’attuale concetto di portabilità. Un esemplare funzionante di questo vero e proprio pezzo di storia della tecnologia supera i 1000 euro.

Mobira Senator


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.