×

Antartide, Omm: “Buco dell’ozono da record chiuso dopo 40 anni”

“È stato il buco dell’ozono più duraturo e uno dei più”. Lo ha fatto sapere Omm in seguito alla chiusura del buco dell’ozono da record.

Antartide chiuso buco dell'ozono
Antartide chiuso buco dell'ozono

Era ricordato per essere stato il “buco dell’ozono” da record a causa delle sue dimensioni eccezionali e la sua età con il primo monitoraggio iniziato circa 40 anni fa. Ora l’Organizzazione Mondiale Meteorologica (Omm), ha reso noto che il buco dell’ozono si è chiuso alla fine del dicembre 2020 “dopo una stagione eccezionale a causa delle condizioni meteorologiche naturali”.

Eppure nonostante tutto come ha comunicato Omm solo a settembre 2020 il buco dell’ozono ha raggiunto un picco di dimensioni di circa 24,8 milioni di chilometri quadrati arrivando a diffondersi su parte dell’Antartide.”Le ultime due stagioni del buco dell’ozono dimostrano la sua variabilità di anno in anno e migliorano la nostra comprensione dei fattori responsabili della sua formazione, estensione e gravità”, ha dichiarato il capo della divisione di ricerca sull’ambiente atmosferico dell’Omm Oksana Tarasova.

Antartide, chiuso buco dell’ozono da record

È stato il buco più duraturo e uno dei più grandi e profondi dall’inizio del monitoraggio 40 anni fa”, queste le parole di Omm che hanno annunciato che il buco dell’ozono più duraturo si è chiuso verso la fine del mese di dicembre 2020.

L’Omm proprio a proprio a proposito della chiusura del buco dell’ozono ha precisato che la chiusura è avvenuta in seguito a “una stagione eccezionale a causa delle condizioni meteorologiche naturali e della continua presenza di sostanze che riducono lo strato di ozono nell’atmosfera”.

L’Omm ha spiegato infine che a provocare il buco è stato un vortice polare, stabile e freddo che riporta una temperatura nella stratosfera molto bassa.

Contents.media
Ultima ora