×

Siria, attacco Kamikaze a Damasco, il regime punta il dito contro al-Qaeda ma, restano i dubbi sui mandanti

default featured image 3 1200x900 768x576

Siria – É di almeno 30 morti e 55 feriti il numero delle vittime causate da un duplice attentato kamikaze, oggi, a Damasco. Tra questi vi sono diversi civili. Uno dei due attacchi ha colpito una sede dell’intelligence siriana nella zona di Kfar Soussa.

Per il Governo si tratta di un attentato compiuto da al-Qaeda. Bisogna sempre prendere in considerazione, con le dovute cautele, fonti di un regime come quello siriano. Testimoni parlano di due autobombe guidate da attentatori suicidi. Stranamente ieri la tv siriana aveva denunciato l’arrivo nel paese dal Libano di un gruppo di terroristi di al-Qaeda. A meno di 24 ore, poi, l’attentato. Non solo, rapidamente, è partita un’operazione mediatica.

La Tv di stato sta intervistando opinionisti ed esperti siriani i quali puntano il dito contro il gruppo terroristico sostenendo che “dopo gli attentati di ieri a Baghdad hanno colpito ora Damasco”. Le immagini televisive mostrano, senza lesinare in dettagli, i corpi martoriati delle vittime dopo la deflagrazione. Sembra un “prodotto” confezionato per l’occasione. Ci riserviamo forti dubbi sui veri mandatari di questo massacro, soprattutto alla luce del fatto che, in Siria, non si creano tanti problemi a sparare sui civili che proitestano.

Contents.media
Ultima ora