×

Spagna, otto casi sospetti di vaiolo delle scimmie

Dopo i casi in Portogallo e nel Regno unito la Spagna predispone le verifiche di laboratorio: ci sono otto casi sospetti di vaiolo delle scimmie

Cinque casi di "Monkeypox" in Spagna

In Spagna ci sarebbero ben otto casi sospetti di vaiolo delle scimmie e c’è un oggettivo allerta delle autorità sanitarie iberiche dopo l’individuazione a Madrid di potenziali pazienti del virus che già nel Regno Unito era stato rilevato l’anno scorso e poche settimane fa.

Quei casi di vaiolo delle scimmie, o “monkeypox” allo stato dell’arte sono in fase di analisi, come riportano i principali media iberici. 

Otto casi presunti di vaiolo delle scimmie

In particolare secondo le informazioni che fornisce El Pais, le autorità spagnole hanno attivato la fase di allerta dopo che sono stati segnalati alcuni casi in Portogallo e in Regno Unito. E attenzione, tutti i casi sinora diagnosticati sarebbero stati riscontrati tra uomini che hanno avuto rapporti sessuali con altri uomini.

Ora, da cosa emerga la precisazione de El Pais in questa sede non è dato saperlo, quel che si sa è che i criteri di trasmissione del virus sono quelli anche del contatto diretto con i liquidi organici di una persona infetta o con oggetti contaminati dal virus quali biancheria o abbigliamento, ma senza “aggravanti” di indole sessuale, quindi ci teniamo il dato statistico e proseguiamo.

I sintomi più comuni e gli effetti sull’uomo

Il vaiolo delle scimmie è simile a quello umano nella sua forma attenuata, non è una patologia grave e viene generalmente curato in poco tempo. E i sintomi? Febbre, mal di testa e dolori muscolari e alla schiena e in alcuni casi un’eruzione cutanea, il famigerato “rush maculopapuloso”.

Contents.media
Ultima ora