×

Strage del Mottarone, la nonna di Eitan denuncia la zia per furto

Strage del Mottarone, la nonna di Eitan denuncia la zia per furto: a pochi giorni dalla decisione dei giudici israeliani le cose si complicano molto

Aya Biran, zia affidataria di Eitan

Colpo di scena nella coda giudiziaria in Israele per la Strage del Mottarone dopo il rapimento del piccolo superstite Eitan ad opera di suo nonno: la nonna del bambino denuncia la zia affidataria in Italia per furto e tronca qualsiasi possibilità di accordo bonario o esito procedurale semplice per riportare il bambino in Italia.

L’escamotage sarebbe stato suggerito dal team di legali che assiste la famiglia che in Israele lotta per trattenervi Eitan. 

Il colpo di scena in Israele nella causa di affidamento: la nonna di Eitan denuncia la zia

Dopo la consegna da parte degli avvocati delle memorie e l’escussione testimoniale per tre giorni a settimana in fase preliminare di procedimento, è arrivato il fulmine a ciel sereno prima della decisione dei giudici. Con una dichiarazione pubblica in televisione la nonna di Eitan, Esther Cohen, madre di Tal morta nell’incidente sul Mottarone, ha dichiarato di aver presentato denuncia alla polizia di Tel Aviv contro Aya Biran, la zia in Italia. 

Furto di gioielli a casa del fratello: la nonna di Eitan denuncia la zia

La donna sostiene che Aya  avrebbe “rubato gioielli, ipad, macchine fotografiche dall’appartamento dei genitori di Eitan”, cioè da casa di suo fratello. In più la donna accusa la zia di Eitan di aver utilizzato il loro computer e i telefonini illegalmente.

Raccolta fondi stornata dalle finalità di cura psicologica: l’accusa finale con cui la nonna di Eitan denuncia la zia

Poi, come accusa finale per rallentare in punto di procedura la maturazione della decisione dei giudici circa il ritorno di Eitan in Italia, di aver utilizzato i soldi raccolti con il crowdfunding in Italia per l’assistenza legale.

Quei soldi sarebbero dovuti andare invece per le cure psicologiche al bambino.

Contents.media
Ultima ora