×

Terremoto al largo della costa del Perù: nessuna allerta tsunami

Una forte scossa tellurica al largo della costa peruviana ha messo il paese sudamericano in allarme.

sismografo terremoto

Questa notte (in base al fuso italiano erano le 4 del mattino) un fortissimo terremoto ha scosso le coste del Perù. Il sisma che è stato registrato dai sismografi è stato del 5,7 grado della scala Richter e il suo epicentro è stato identificato al largo delle coste del paese sudamericano.

Immediatamente il Perù si è attivato, cercando di verificare se fosse necessario diramare l‘allerta tsunami per tutte le popolazioni costiere: alla fine non c’è stato alcun bisogno di far scattare la suddetta allerta. Almeno per il momento, per fortuna, non si segnalano morti o feriti a causa del sisma. E anche a diverse ore dal sisma, nessuna onda anomala ha colpito la costa peruviana.

Tutto quello che sappiamo sul terremoto in Perù del 26 giugno

La prima segnalazione del terremoto, secondo quando riportato anche da Il Mattino, è giunta quando in Italia era notte inoltrata da parte del centro di controllo della United States Geological Survey (USGS).

Del terremoto si sa che l’epicentro è stato rilevato per la precisione a circa 110 chilometri a sud della città di Arequipa. Il suo ipocentro invece era profondo 13,1 chilometri. Il Perù, in ogni caso, resta ancora prudente: non è infatti detto che dopo questa prima forte scossa non arrivino anche altre scosse di assestamento nelle prossime ore.

Perù e terremoti: l’ultima volta a maggio del 2022

Il Perù, così come gran parte della zona della Cordigliera delle Ande, è una zona ad altro rischio sismico e i terremoti, qui, sono quasi all’ordine del giorno. L’ultima importante scossa, a questo proposito, era avvenuta appena un mese fa. La scossa dello scorso 26 maggio era stata ancor più forte di quella odierna, con una magnitudo di 7,2 gradi della scala Richter.

Nonostante la violenza della scossa, anche in quell’occasione non erano stati registrati né morti né feriti.

Uno dei terremoti più devastanti il paese sudamericano lo registrò ormai più di 20 anni fa, per la precisione il 24 giugno del 2001. In quell’occasione purtroppo persero la vita quasi 50 persone, mentre i feriti furono a centinaia.

Contents.media
Ultima ora