×

Terremoto Taiwan, palazzi crollati: rientrata l’allerta tsunami, ma c’è (almeno) una vittima

Taiwan, la terra continua a tremare e si temono vittime. Le forti scosse hanno causato molti danni, con palazzi crollati e allerta tsunami.

Taiwan
Taiwan

Terrore a Taiwan: il paese del sud-est asiatico è da qualche ora in balia di un violento sciame sismico che sta mettendo in ginocchio l’isola, causando enormi danni a edifici e infrastrutture (compreso un ponte crollato). Purtroppo le violentissime scosse, ben sopra al 6° grado della scala Richter, hanno ucciso almeno una persona e si teme che il bilancio possa peggiorare.

Nel frattempo, è scattata l’allerta tsunami. Ecco tutti gli ultimi aggiornamenti.

Terremoto Taiwan: confermata la prima vittima

L’Agenzia Nazionale dei vigili del fuoco di Taiwan ha confermato che le scosse hanno provocato un morto: si tratta di una persona rimasta uccisa dalla caduta di alcuni macchinari all’interno di una fabbrica di cemento nella città di Yuli, poco distante dall’epicentro.

Nel frattempo, come riporta il sito dell’Ansa, è rientrata per fortuna l’allerta tsunami diramata dai sismografi in un primo momento,

Terremoto Taiwan, le scosse continuano

Questa mattina, 18 settembre 2022, alle ore 5.19, ora locale, si è verificata una forte scossa di terremoto, di magnitudo 5.7, che ha colpito Taiwan, ad una profondità di 20 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma. Una forte scossa che si è verificata a poche ore di distanza dal terremoto di magnitudo 6.4 avvenuto nella stessa zona. La scossa più forte, secondo il Central Weather Bureau, si è verificata alle 21.41 ora locale.

L’epicentro è stato registrato a circa 38,5 chilometri a nord di Taitung County Hall, a una profondità di 7,3 chilometri. Tra le due scosse ce ne sono state altre otto, di magnitudo compresa tra 3.2 e 4.9. Non ci sono notizie di danni o vittime. La terra sembra non fermarsi e le scosse stanno continuando durante la giornata di oggi, causando gravi danni e scatenando l’allerta tsunami.

Terremoto Taiwan, scossa magnitudo 6.8: palazzi crollati e gravi danni

Le scosse di terremoto che stanno colpendo Taiwan continuano. La costa sud-orientale è stata colpita di nuovo da un violento terremoto di magnitudo 6.8 a 7 chilometri di profondità presso la città di Taitung. Il Giappone ha diramato un’allerta tsunami preventiva per un’onda dall’altezza massima di 1 metro attesa sulle isole meridionali. Si temono vittime, ma per il momento non ne hanno ancora dato notizia. Sui social network gli utenti stanno condividendo numerose immagini e video dei gravi danni dovuti al terremoto, come ponti caduti e palazzi crollati. Tre carrozze di un treno fermo in stazione si sono rovesciate.

Crollata un’intera stazione dei treni

Non soltanto ponti e palazzi: purtroppo, il terribile sisma che ha colpito Tawain ha fatto crollare anche un’intera stazione ferroviaria. Le immagini che ci arrivano sono davvero terribili e lasciano presagire che i terremoti di queste ore abbiano causato diverse vittime. Qui sotto potete recuperare le immagini tremende che stanno arrivando da Taiwan.

Il parere degli esperti

Risulta a questo punto molto importante cercare di capire cosa stia succedendo a Taiwan: a spiegarci più nel dettaglio questo evento così distruttivo sono stati poche ore fa gli esperti dell’INGV, che hanno specificato come questa zona sia particolarmente soggetta a movimenti tellurici.

Tutta questa regione è infatti caratterizzata da un’attività sismica molto intensa: il motivo è legato al fatto che qui convergono la placca oceanica delle Filippine e quella Euroasiatica. La velocità di questa convergenza risulta essere fra l’altro una delle più elevate al mondo, di circa 8 cm/anno. Quando un forte terremoto si produce, di norma (ma non è la regola) nelle ore successive si producono anche molte altre scosse secondarie, o di assestamento.

Contents.media
Ultima ora