Come togliere via la colla Attak dalla pelle e dalle unghie
Come rimuovere l’attak dalle mani e dalle unghie
Casa

Come rimuovere l’attak dalle mani e dalle unghie

attak
attak

Avete lavorato con la colla senza guanti e ora avete l'attak sulle mani? Non sapete cosa fare? Ecco una guida per toglierla da pelle e unghie.

La colla attak è, probabilmente, la colla “per tutti” più potente in commercio. Lavorarci è sempre un azzardo: per quanto si possa prestare attenzione, può capitare che le nostre mani rimangano macchiate e che l’attak si solidifichi, creando uno strato duro, simile a un callo, che sembra impossibile da eliminare dalle dita o dalle unghie. Sarebbe sufficiente un semplice accorgimento, cioè utilizzare dei guanti, in modo da proteggere la vostra pelle da possibili incidenti. L’attak non danneggerà la vostra pelle, ma sarà solo brutta da vedere, poiché lascerà una sgradevole chiazza bianca. Il problema può sussistere quando capita in mano ai bambini, per gli occhi, il naso e le labbra. Questo tipo di colla deve essere assolutamente al di fuori della loro portata.

Come togliere l’Attak dalle mani

Prima di tutto dovete avere pazienza: è possibile che i primi tentativi di rimuovere la colla siano fallimentari, d’altronde l’attak non per nulla è una colla molto potente.

Soprattutto non è consigliabile provare a grattare quando lo strato è ancora duro, perché rischiate di raschiare insieme anche la pelle e provocarvi una ferita. Dovete solo fare molta attenzione, ragionare su dove è finita e prendere i giusti accorgimenti adatti alla situazione. La guida di questo articolo vi aiuterà a risolvere questa situazione.

Pelle e unghie

Prima di tutto dovete considerare dove è caduta la colla: sulle unghie o sulla pelle? Ci sono molte differenze tra i due, che possono essere importantissime. Nel caso della pelle, essa si rigenera continuamente. Di conseguenza, potete tranquillamente aspettare che la colla si stacchi con il resto delle cellule morte. Visto che si tratta di un processo continuo, non ci vorrà, relativamente, molto tempo. Nel caso delle unghie, il discorso potrebbe essere un po’ diverso. Le unghie sono fatte di cheratina, molto più dure della pelle, quindi potreste anche prendere in considerazione l’idea di grattarla via. Ci vorrebbe molta meno fatica e dovrebbe funzionare.

Tuttavia, nel caso si tratti di un procedimento particolarmente ostico o nel caso non vogliate rovinarvi le unghie, potete utilizzare lo stesso metodo utilizzato con la pelle. Basterà attendere che le unghie crescano, anche se forse ci vorrà più tempo, e, una volta abbastanza lunghe, potrete tagliare via la parte di unghia con l’Attak sopra.

Ammorbidire la colla

In generale, come prima fase del tentativo di rimuovere la colla è consigliabile iniziare ammorbidendo la parte interessata. Potete provare con l’acqua, ma sarebbe preferibile provare con un olio. L’olio più indicato sarebbe l’olio d’oliva, ma un qualsiasi olio “pesante” può andare bene. L’olio di ricino, l’olio di mandorla, l’olio di arachidi (quello buono) o l’olio di semi di girasole. Dovete massaggiare con un batuffolo imbevuto di olio la parte interessata per almeno una mezz’ora e dovete avere cura di mantenerlo ben impregnato di olio, per fare in modo che la colla inizi a diventare più morbida.

Ovviamente si tratta di un passaggio “costoso”, relativamente, ma questo servirà anche a ricordarvi di usare dei guanti bianchi da due soldi la prossima volta che lavorerete con questa colla.

L’acqua calda

Nella prima fase abbiamo parlato dell’acqua. Anche se all’inizio non basta ed è necessario prima passare l’olio sulla parte interessata, dopo serve anche l’acqua. Dopo aver oliato per bene la vostra mano, è necessario compiere un ulteriore step per eliminare la colla. Dovete immergere la mano in una ciotola di acqua calda, sempre per almeno una mezz’ora. Se volete un’azione più efficace potete aggiungere nell’acqua dell’aceto oppure del sapone di Marsiglia. L’effetto ulteriore renderà la colla ancora più morbida, pronta per l’ultimo step.

Grattare la colla

Dopo aver compiuto tutti questi passaggi, l’attak dovrebbe, ormai, essersi ammorbidito a sufficienza. Potete provare, adesso, a raschiare via la colla. Ovviamente non esagerando, dovete sempre evitare di danneggiare le unghie o la pelle.

Dovete strofinare delicatamente la parte interessata con una pietra pomice o con una limetta per le unghie in cartone, anche se in metallo andrebbe meglio.

Nel caso il primo tentativo non avesse successo, e l’attak rimanesse ancora lì dopo la prima “limata”, ovviamente, potete ripetere il processo più di una volta. In questo caso, però, ricordate di tenere, tra un tentativo e l’altro, la mano idratata con una crema mani molto spessa, che possa nutrire la pelle ed evitare che i ripetuti lavaggi e strofinamenti secchino la vostra cute. In alternativa potete sempre ripetere i due passaggi precedenti, quelli dell’olio e dell’acqua, o almeno solo quello con l’acqua. Il procedimento è senza dubbio lungo e faticoso, ma i risultati dovrebbero esserci e, come abbiamo già detto, probabilmente vi ricorderà di usare un paio di guanti la prossima volta.

Metodi alternativi

Il metodo per togliere l’Attak di cui abbiamo parlato è un metodo casalingo, magari è una procedure che non fa per voi.

In questo caso ci sono soluzioni alternative, con prodotti più o meno ad hoc, che possono fare al caso vostro.

Lo scollatutto dell’Attak

Nel caso in cui l’acqua e l’olio non siano nelle vostre corde, potete provare lo scollatutto della stessa marca, dell’attak. Si tratta di un ottimo prodotto, ed è sufficiente applicare qualche goccia sulla macchia e aspettare che faccia effetto. Una volta passato il tempo adeguato, dovreste poter grattare via tutto con estrema facilità.

Lo scollatutto è il prodotto adatto a rimuovere la colla e eliminare le gocce di attak. Il prodotto garantisce efficacia di azione in poco tempo ed è in grado di eliminare la colla da tutte le superfici.

La soluzione estrema: l’acetone

Nel caso non funzioni nemmeno lo scollatutto, e la disperazione prende possesso di voi, c’è un’ultima spiaggia da poter sfruttare. Potete provare a usare l’acetone. Il problema dell’acetone è che si tratta di un prodotto estremamente irritante.

Si tratta di un prodotto per togliere lo smalto, certo, quindi sulle unghie non farebbe nulla, ma sarebbe pericoloso per la vostra pelle. Dovete utilizzarlo, quindi, con cautela.

Impregnate un batuffolo di cotone con l’acetone e appoggiatelo delicatamente sulla colla. Lasciate il batuffolo a contatto con la pelle per qualche minuto. Dopodiché la macchia dovrebbe sciogliersi. A quel punto potete grattarla via o rimuoverla con un panno umido, anche se, visto che l’acetone è irritante, è meglio essere cauti e toglierla delicatamente. Nel caso delle unghie, invece, potete tranquillamente strofinare come per togliere lo smalto. L’effetto dovrebbe essere molto più rapido. Ricordatevi, dopo, di lavarvi le mani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

porta blindata
Casa

Come aprire una porta blindata

di Notizie

Tutti i metodi e gli escamotage per aprire una porta blindata: carta di credito, lastra, carta telefonica, trapano, contatto di un fabbro o 115. Scopri quello più adatto a te.