×

Torino, 20enne si arrampica fino al quarto piano di un palazzo e precipita: è grave

Un 20enne è precipitato da un palazzo di Torino, dopo essersi arrampicato fino al quarto piano. Il giovane è ricoverato in coma, condizioni gravissime

Torino, 20enne precipita da un palazzo

Una notte d’autentica follia, quella che si è consumata l’11 luglio 2021 a Torino, dove un giovane 20enne, Gabriel Mihai, è precipitato da un palazzo, dopo essersi arrampicato fino al quarto piano dello stesso. Adesso il ragazzo è ricoverato in condizioni gravissime al Cto, è in coma.

Torino, 20enne cade da un palazzo

Sono ancora tutte da chiarire le cause che hanno condotto un giovane 20enne ad arrampicarsi fino al quarto piano di un palazzo sito in Corso Agnelli 24 a Torino; il giovane dopo essersi arrampicato, sarebbe poi precipitato violentemente dalla struttura, a distanza di circa otto metri di altezza, un impatto violentissimo, che ha causato gravi conseguenze per la sua salute.

Torino, 20enne cade da un palazzo: l’intervento dei soccorritori

È ancora da stabilire la motivazione che ha spinto il giovane 20enne, Gabriel Mihai, a rischiare la vita arrampicandosi fino al quarto piano del palazzo di Corso Agnelli a Torino. In seguito all’accaduto, tempestivo è stato l’intervento sul posto della Polizia, dopo la segnalazione inviata dal custode del palazzo; gli investigatori attualmente stanno svolgendo le dovute indagini per far luce sulla vicenda.

Sul posto, anche i soccorritori del 118, che hanno tempestivamente trasportato il 20enne in ambulanza presso l’ospedale Cto, dove sarebbe giunto in condizioni critiche.

Il giovane avrebbe riportato seri traumi alla testa e al bacino e attualmente sarebbe ricoverato in coma al Cto.

Torino, 20enne cade da un palazzo: le prime informazioni sulla vicenda

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni sulla vicenda, effettuate dalla Polizia, prontamente intervenuta sul posto, il giovane romeno 20enne si sarebbe arrampicato fino al quarto piano, sfruttando una grondaia.

Il 20enne sarebbe residente nel quartiere San Paolo e la sua fedina penale riporta molti precedenti con la giustizia, in particolare: furto, ricettazione, spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Al momento del suo ritrovamento, in seguito alla caduta dal palazzo, il giovane è apparso in evidente stato psicofisico alterato.

A complicare ulteriormente la posizione di Gabriel Mihai ci sarebbe il ritrovamento effettuato da parte degli investigatori di cocaina addosso al suo corpo. Non si esclude dunque, che nella notte dell’11 luglio 2021, il giovane 20enne potesse essere sotto effetto di stupefacenti, qualcosa che spiegherebbe la follia dell’arrampicata e la perdita dell’equilibrio, che ne ha causato la caduta.

Contents.media
Ultima ora